Elezioni comunali 2018, Home — 15 giugno 2018 alle 16:47

ELEZIONI 2018: TURISMO PER FAMIGLIE, L’INTERVENTO DI MARCELLA ROGGERO (IMPERIA INSIEME). “È NECESSARIO OFFRIRE LORO ESPERIENZE E ATTIVITÀ”

Interviene così Marcella Roggero della lista Imperia Insieme a sostegno di Claudio Scajola sindaco, sui temi di turismo e cultura per la famiglia e bambini

di Redazione

marcella roggero imperia insieme turismo famiglie elezioni

“Durante la campagna elettorale ho parlato di Cultura 3.0 e della necessità di rendere la nostra città una città digitale e aperta ad esperienze come quella del co-workingInterviene così Marcella Roggero della lista Imperia Insieme a sostegno di Claudio Scajola sindaco, sui temi di turismo e cultura per la famiglia e bambini.

La nota stampa di Marcella Roggero, Imperia Insieme

“Il secondo capitolo potrebbe essere dedicato al tema della cultura come fattore di sviluppo commerciale ed economico. Lo vorrei fare, però, strizzando l’occhio al target turistico delle famiglie. Vi chiederete forse perché.

Semplice, le famiglie rinunciano a molto, ma fanno sacrifici pur di organizzare l’annuale vacanza tutti insieme e se si trovano bene non rischiano di cambiare location l’anno successivo. Le famiglie sono composte da almeno 3 persone, ma se pensiamo a quelle nordeuropee è molto facile arrivare a 5. Quindi aumenta il loro potenziale di spesa nella nostra città. Il passaparola delle Mamme non conosce limiti e confini e i genitori in vacanza sono recensori seriali. E si sa che le recensioni su blog, TripAdvisor, Booking etc sono la migliore operazione di marketing possibile e a costo zero.

Questo presuppone, però, un portale online dove trovare tutte le attività presenti in città, tutti i Musei e tutte le indicazioni necessarie a turisti, visitatori e curiosi, compreso il calendario delle manifestazioni, che va pensato in modo annuale e non più solo stagionale, anche partendo dalla riapertura del teatro Cavour.

Una volta che le famiglie arrivano ad Imperia, non bastano il sole, il mare e la vista del Parasio. E’ necessario offrire loro esperienze e attività.

Si possono organizzare passeggiate e percorsi nei nostri borghi e tra i meravigliosi sentieri che il nostro entroterra offre, proporre corsi di cucina, con i nostri ottimi prodotti locali ma si può anche nutrire le menti.

In qualsiasi città sia andata con la mia famiglia e le mie bimbe non è mai mancato un Museo per i bambini.

I cosidetti Children’s Museum sono sempre più numerosi ed in crescita: il Centre Pompidou di Parigi ha la sua Galerie des Enfantes, la Tate Modern ha l’Education Department così come il Moma.

Anche in Italia siamo al passo con le grandi metropoli e troviamo il Muba a Milano, il Muse di Trento, l’Explora di Roma. Per rimanere in Liguria, l’Acquario di Genova e la Città dei Bambini.

Questo non significa che si debbano investire chissà quali risorse in un nuovo Museo per bambini ma, sempre nell’ottica suggerita da Claudio Scajola del mettere a sistema e dell’utilizzo intelligente delle risorse disponibili, si può pensare di organizzare percorsi destinati ai più piccoli anche all’interno dei nostri Musei cittadini.

All’interno del Museo Luzzati a Genova i bimbi possono sperimentare diverse tecniche creative dal frottage, all’acquerello, al ritaglio… perché non riproporre lo stesso format nelle realtà imperiesi? Magari coinvolgendo gli studenti delle scuole nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro.

Tempo fa sono andata al Museo del Clown a Villa Grock con mia figlia, un vero viaggio nell’arte del clown. Altrettanto suggestivo, per grandi e per piccoli, è il Museo del Presepe. Partiamo da questi esempi virtuosi che possono e devono essere migliorati, ma che di sicuro rappresentano magici luoghi da cui partire.

Il programma di Claudio Scajola è questo: rilanciare Imperia partendo dalle sue bellezze, dai suoi punti di forza e guardare a progetti che mirino a prospettive a lungo termine dando spazio a tutti e mettendo al centro i cittadini”.