ELEZIONI 2018: BALLOTTAGGIO SCAJOLA-LANTERI, PARLA GUIDO ABBO. “ENTRAMBI HANNO GRAVI RESPONSABILITÀ POLITICHE, NESSUNA INDICAZIONE SUL VOTO”

Elezioni comunali 2018 Home

In vista del ballottaggio di domenica 24 giugno, la lista civica a sostengo del candidato sindaco Guido Abbo “Imperia al Centro” ringrazia gli elettori per i voti ottenuti al primo turno e chiarisce la propria posizione.

Schermata 2018-06-17 alle 12.38.12

In vista del ballottaggio di domenica 24 giugno, in cui verrà scelto il nuovo sindaco di Imperia tra Claudio Scajola e Luca Lanteri, la lista civica a sostengo del candidato sindaco Guido Abbo “Imperia al Centro” ringrazia gli elettori per i voti ottenuti al primo turno e chiarisce la propria posizione.

Ecco la posizione di Imperia al Centro sul ballottaggio

“Imperia al Centro, lista civica di appoggio al Candidato Sindaco Guido Abbo, desidera ringraziare i propri elettori per il sostegno e per la fiducia ricevuta: nonostante la nostra campagna elettorale sia partita in forte ritardo abbiamo raccolto 1.506 voti di lista oltre a 546 voti al Candidato Sindaco. Tale risultato, anche se non è stato sufficiente a portare la coalizione al ballottaggio, fa di Imperia al Centro un soggetto politico di tutto rispetto nel panorama imperiese, forte di un programma innovativo e realizzabile, con un’idea di città moderna e con una connotazione di alto profilo sul piano dell’etica e della legalità.

In molti ci chiedono una indicazione in relazione al ballottaggio; la scelta si rivela ardua, visto che – almeno secondo noi – nessuno dei due candidati sindaco in lizza possiede quei requisiti di novità, autorevolezza, alta moralità e capacità di unire la cittadinanza che sono invece imprescindibili per un primo cittadino in un momento storico così difficile per la nostra società. Inoltre hanno entrambi gravi responsabilità politiche, avendo già partecipato direttamente o indirettamente al governo della città per lungo tempo: se avessero adottato 20 anni fa un programma di alto profilo come quello che noi proponiamo oggi, se avessero gestito l’edilizia in modo sostenibile e con rispetto per il paesaggio, se avessero progettato il porto in modo più misurato e soprattutto ne avessero affidato la costruzione a soggetti affidabili, anziché a speculatori senza scrupoli, Imperia avrebbe avuto più armi per fronteggiare la crisi post 2009, che invece ha colpito una città già in ginocchio.

Parimenti impossibile la scelta fra i due progetti politici che sono anch’essi, per noi, da bocciare in toto: si tratta di uno scontro di potere fra due soggetti politici nazionali, nemici di vecchia data, che usano Imperia soltanto come palcoscenico: da una parte il governatore della Liguria, leader di una destra che unisce un’anima moderata con movimenti razzisti e di estrema destra, e dall’altra parte un ex ministro che sotto le mentite spoglie di una formazione civica cerca di riaffermare la propria egemonia sul ponente (significativi i risultati delle recenti amministrative dei comuni vicini) e per riacquistare visibilità nazionale.

Bisogna accettare che i due candidati sono espressione della volontà della maggioranza dei cittadini, ma per quanto riguarda l’indicazione di voto al ballottaggio Imperia al Centro, pur ritenendo che votare sia un dovere civico, lascia libertà di coscienza ai propri elettori i quali, se vorranno esprime il proprio voto, potranno valutare i programmi o le squadre di governo espresse dai due candidati, ma senza alcuna indicazione da parte nostra. Precisiamo quindi che qualunque rassicurazione o promessa da parte dei due candidati sull’adozione di uno o più punti del programma elettorale di Guido Abbo si intenderà rivolta direttamente ai nostri elettori, che riteniamo capaci di scegliere in totale libertà e autonomia, e non a Imperia al Centro.

Precisiamo infine che nessun apparentamento o appoggio esterno della nostra lista ad uno dei due candidati in lizza è stato preso, né verrà mai preso, in considerazione; il candidato Guido Abbo non assumerà incarichi in giunta con chicchessia, e si sta preparando con gli altri consiglieri della coalizione, per svolgere al meglio il suo ruolo di consigliere di opposizione, con la massima attenzione a trasparenza e legalità, ponendo il bene della città sopra ogni altra cosa”.

Segui Imperiapost anche su: