Elezioni comunali 2018, Home — 21 giugno 2018 alle 15:10

ELEZIONI IMPERIA 2018: LUCA LANTERI VERSO IL BALLOTTAGGIO. RANISE.”NOI OGGETTO DI ATTACCHI INQUALIFICABILI, NON CI SARÀ UN ALTRO CALTAGIRONE”

Interviene così in una nota stampa Antonello Ranise, coordinatore cittadino di Forza Italia e candidato nella lista “Forza Imperia” a sostegno diLuca Lanteri sindaco

di Redazione

ranise lanteri elezioni imperia porto caltagirone scajola

“Che in campagna elettorale si alzassero i toni era prevedibile. Appare invece del tutto inaccettabile che si stravolga la realtà, dopo quello che il sottoscritto e altri amici hanno subito sui social praticamente da un mese a questa parte. Attacchi di ogni genere, calunnie e bassezze vergognose, talora nascondendosi sotto improbabili profili, peraltro meritevoli di azioni legali che saranno opportunamente valutate – Interviene così in una nota stampa Antonello Ranise, coordinatore cittadino di Forza Italia e candidato nella lista “Forza Imperia” a sostegno di Luca Lanteri sindaco.

La nota stampa di Antonello Ranise

 

“Personalmente non perdo tempo a portare rancore e sono sicuro che questo atteggiamento sia frutto piuttosto di insicurezza, vigliaccheria, e della percezione che in questi giorni il sentimento in città sia radicalmente cambiato, che i cittadini abbiano compreso il senso della proposta di Luca Lanteri.

Una proposta che mette al centro il cittadino, il merito e le competenze. Imperia è una città dove non mancano le eccellenze e le risorse umane, anche di alto profilo. Non manca il materiale umano e le possibilità per valorizzare i giovani, senza favorire nessuno e offrendo a tutti le stesse opportunità.

A partire dall’ Università, salvata grazie all’intervento della Regione, primo passo concreto per permettere a tutti di fruire di un polo universitario di eccellenza, senza dover andare in altre città, con costi non da tutti sostenibili. Così come le infrastrutture, in primis la pista ciclabile, e il progetto del Porto Turistico, che deve rimanere pubblico e diventare non solo il volano per l’economia della città, ma una risorsa concreta da cui attingere fondi per mantenere la spesa corrente e non tagliare i servizi.

Non ci sarà un altro Caltagirone, che ha distrutto non solo il porto, ma un’ intera città e massacrato gli imprenditori che hanno investito nel progetto. Deve iniziare un circolo virtuoso che salvaguardi i servizi, assicurare una qualità di vita più che dignitosa agli anziani, dando loro gli spazi per una vita sociale e culturale attiva e degna di questo nome. Invito tutti a leggere e confrontare i programmi, a studiare con attenzione quanto proposto in concreto da Luca Lanteri, non una serie di slogan fine a se stessi, ma un progetto di città con al centro il cittadino, con un amministrazione efficiente, trasparente, vicina ai bisogni dei giovani, degli anziani e di chiunque abbia voglia di mettersi in gioco”.

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new