Cronaca, Golfo Dianese, Home — 3 luglio 2018 alle 11:43

DIANO CASTELLO: SEQUESTRATA L’AREA ATTREZZATA “IL ROSETO”. LO SFOGO DELLA TITOLARE:”MI IMPEDISCONO DI LAVORARE, NON LASCERÒ MORIRE LE ROSE”

Arriva lo sfogo della titolare del Vivaio Rose Patrucco, Sabrina Patrucco, a distanza di 3 settimane dal blitz interforze messo in atto nell’area camper a Diano Castello da Guardia di Finanza, Carabinieri Forestali e Polizia Municipale.

di Redazione

Schermata 2018-07-03 alle 11.04.00

“La natura non aspetta e nemmeno io”. È questo lo sfogo della titolare del Vivaio Rose Patrucco, Sabrina Patrucco, a distanza di 3 settimane dal blitz interforze messo in atto nell’area camper Diano Castello da Guardia di Finanza, Carabinieri Forestali e Polizia Municipale. L’intera struttura è stata posta sotto sequestro e sono state identificate tutte le persone presenti all’interno dell’area.

Lo sgombero dell’area camper

La Procura della Repubblica di Imperia ha disposto l‘operazione, contestando il fatto che l’area sarebbe abilitata al solo rimessaggio dei camper e non al campeggio. 

Successivamente, le forze dell’ordine hanno proceduto allo sgombero di tutte le persone presenti all’interno dell’area sottoposta a sequestro, scatenando le proteste degli ospiti della struttura. 

Insieme all’area camper, però, sarebbero state sequestrate anche le altre aree, compreso il roseto e le vasche di irrigazione.

Lo sfogo della titolare Sabrina Patrucco

“Il silenzio è d’oro”…questa la frase che ogni giorno mi viene ripetuta. Dopo 3 settimane dal sequestro preventivo lo rompo. Il Vivaio Rose Patrucco è conosciuto da ben 72 anni in tutto il mondo.

Vi ricordate il fantastico “Roseto” con più di 400 varietà da collezione, che con passione e amore vi facevo visitare???
Beh come potete vedere dalle foto è cambiato…sapete perché??? Perché io non sono Azienda Agricola, non vendo assolutamente prodotti agricoli.

Mi hanno anche sequestrato il Roseto con tutte le rose, le vasche di irrigazione e addirittura anche la casa!! (errori???) Ho provato ad aspettare le istituzioni, la legge, le amministraioni ecc. ecc. Ma dopo 3 settimane nulla è stato fatto!!! Tranne che il blitz Holliwoodiano!!!

Di fatto mi hanno chiuso tutte le entrate dell’Azienda, non posso toccare niente, non posso occuparmi del Roseto, non posso bagnare, non posso più vendere, alle centinaia di persone che venivano a comprare nel ns. spaccio aziendale!!!
Di fatto mi è impedito di lavorare!!! Tutto questo mi reca un danno enorme oltre alle ingiustizie, che subisco ogni giorno.

Ci contestate il “Turismo itinerante con i camper?” Benissimo mi bloccate temporaneamente le 3 fasce…ma non tutta un’azienda!!!

Dove sono tutti quelli che mi dicevano. Non ti preoccupare??? Tutto andrà apposto??? È volontà di questa amministrazione??? In 8 mesi non mi è stato permesso di fare niente perché la burocrazia italiana è come un cane che si morde la coda.

Ora basta…io le rose non le lascio morire!!! Ripristinerò il roseto in modo dignitoso. La natura non aspetta è nemmeno io”.

 

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new