Attualità, Home — 3 luglio 2018 alle 18:24

SFRATTATO, RISCHIA DI RIMANERE SENZA CASA A 67 ANNI: IL DRAMMA DI UN ANZIANO IMPERIESE. “È SENZA UN BRACCIO, HA BISOGNO DI AIUTO”

Ad aver bisogno di aiuto è un anziano di 75 anni, in pensione e con problemi di salute, che da tempo abita a Oneglia, ma ora, per difficoltà nel pagamento dell’affitto, rischia di finire in strada.

di Redazione

Schermata 2018-07-03 alle 17.52.51

“Il 26 luglio rimarrà senza casa”. È questa la denuncia di Alessandra Bianchimani, imperiese da tempo attiva sul territorio per aiutare le persone in difficoltà.

Ad aver bisogno di aiuto, questa volta è un anziano di 67 anni, in pensione e con problemi di salute, che da tempo abita a Oneglia, ma ora, per difficoltà nel pagamento dell’affitto, rischia di finire in strada.

“È un signore che seguo mensilmente con la Compagnia della povera milizia di Cristo e San Lazzaro – spiega Alessandra – vive in un appartamento a Oneglia, ma è rimasto indietro di un paio di mesi con l’affitto, perché gli sera stata bloccata la pensione, oltretutto bassissima. Nonostante i tentativi di trovare una soluzione, offrendosi di ripagare gli arretrati pian piano, è arrivato lo sfratto dall’ufficiale giudiziario ed entro il 26 luglio deve lasciare la sua casa.

Lui non ha nessuno che può aiutarlo, vive con il suo gattino che gli abbiamo regalato per avere compagnia.

La sua è una storia difficile poiché circa 20 anni fa ha perso un braccio, ha lavorato in fabbrica a Imperia. Ha anche problemi di salute e fa molta fatica ad andare avanti senza aiuti. 

È in lista per le case popolari, ma sono ancora lontane. Abbiamo chiesto agli assistenti sociali per un’assegnazione provvisoria, ma non ce n’è al momento disponibili.

Il mio appello è rivolto a chiunque possa dare una mano a quest’uomo, magari qualcuno che ha una casa vuota da affittare a un prezzo ragionevole. Chissà se il sindaco Claudio Scajola può trovare una soluzione”.