Attualità, Home — 4 luglio 2018 alle 16:41

IMPERIA. CRISI RT, SUMMIT IN PROVINCIA CON SINDACATI, AZIENDA E COMUNI. “VENGANO GARANTITI GLI STIPENDI, SI METTA IN SICUREZZA LA SOCIETÀ”/FOTO E VIDEO

Si è svolta oggi il summit, presso la Prefettura di Imperia, tra istituzioni, sindacati e dirigenti della Riviera Trasporti per affrontare la tematica della grave crisi che sta attraversando l’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale.

di Redazione

Schermata 2018-07-04 alle 15.54.07

Si è svolta oggi il summit, presso la Prefettura di Imperia, tra istituzioni, sindacati e dirigenti della Riviera Trasporti per affrontare la tematica della grave crisi che sta attraversando l’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale.

Presenti il prefetto Silvana Tizzano, il presidente della Provincia Fabio Natta, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, l’assessore ai lavori pubblici di Ventimiglia Gabriele Campagna, il presidente di Riviera Trasporti Riccardo Giordano e diversi rappresentanti dei sindaci Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e UGL Trasporti.

L’argomento dell’incontro mirava a trovare delle soluzioni per mitigare la crisi di RT, coinvolgendo tutte le parti in causa. Nel dettaglio, si è discusso della variante urbanistica per i depositi di Ventimiglia e della zona di “San Martino” a Sanremo, per poter risanare i conti dell’azienda.

Il presidente della Provincia Fabio Natta si è allontanato dopo la riunione, negandosi ai cronisti presenti. Anche il presidente di RT Riccardo Giordano non ha rilasciato dichiarazioni.

Alberto Biancheri

“Riguardo la variante urbanistica di “San Martino”, il Comune di Sanremo è disponibile a fare la sua parte, ma solo per una struttura ricettivo-turistica, non commerciale. Il Comune è disponibile anche a parlare con Amaie Energia per valutare una sede nel Mercato dei Fiori, se si dovesse sgomberare il terreno di San Martino. Un ipotetico centro commerciale creerebbe problemi di natura tecnica e di natura politica. La zona di San Martino è da salvaguardare e da valorizzare”.

Garibaldi

“La riunione è stata interessante, ma interlocutoria nelle sue conclusioni. Per noi la vertenza e lo stato di agitazione rimangono in piedi e abbiamo preso l’impegno di rivederci entro il 20 di luglio, ascoltando anche il coinvolgimento della Regione Liguria.

Chiedendo però per non arrivare alla definizione di un’azione di sciopero immediata che la proprietà garantisca, in ultima istanza, la copertura all’azienda dei termini di pagamento della quattordicesima e delle mensilità future.

Ancorchè garantisca sempre all’azienda ogni possibile copertura da eventuali azioni di ordinanze ingiuntive relativamente alle eventuali possibili azioni dei creditori.”

Mauro Ghersi

“Abbiamo appreso positivamente il fatto che il Comune di Sanremo si stia impegnano per trovare una soluzione. Noi non siamo innamorati dell’idea della vendita dei nostri depositi, noi siamo per risolvere la situazione. Che trovino degli altri sistemi, come ha detto il Comune di Sanremo, che sta pensando di darci la gestione dei parcheggi e altre soluzioni.

Questa cosa che fa il Comune di Sanremo dovrebbero farla anche gli altri Comuni e dare una mano alla Provincia per sostenere l’azienda. Noi siamo per una chiara e netta messa in sicurezza dell’azienda, ma per lungo termine, non trovare soluzioni a medio e piccolo raggio, che poi ci mettono in condizioni che tutti i mesi stiamo li ad aspettare se ci sono o no gli stipendi.

In questa situazione speriamo che anche la Provincia faccia la sua parte. Adesso ci sarà un incontro tra Provincia, Regione e azienda per quel contenzioso di 8 milioni di euro per vedere se si trova una soluzione per recepire dei soldi per riuscire ad avere l’azienda almeno in questo momento con un po’ di liquidità“.