Cronaca, Home — 10 aprile 2014 alle 09:27

BLITZ DELLA GUARDIA DI FINANZA NELLA SEDE DELLA TRADECO. SEQUESTRATI DOCUMENTI E COMPUTER, I PRIMI INDAGATI

Il Procuratore capo Giuseppa Geremia, infatti, sta indagando a 360° e le ipotesi di reato vanno dal peculato, alla frode in pubbliche forniture, all’appropriazione indebita, al furto.

di Redazione

finanza

Imperia - Blitz della Guardia di Finanza, nei giorni scorsi, nella sede dalla Tradeco, la società che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in 35 comuni in provincia di Imperia. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno sequestrato faldoni e computer nella sede di via Argine Destro ma anche negli uffici comunali con l’intento di fare luce su alcune presunte irregolarità verificatesi nel passaggio tra EcoImperia e la stessa Tradeco. Il Procuratore capo Giuseppa Geremia, infatti, sta indagando a 360° e le ipotesi di reato vanno dal peculato, alla frode in pubbliche forniture, all’appropriazione indebita, al furto.

Tra gli indagati risultano l’ex amministratore delegato dell’EcoImperia Pier Giacomo Quiriti e l’ex vice presidente della società Massimo Faraldi. Inoltre risultano indagati anche Flavio Aramini, attuale direttore del servizio, Fabrizio Rainisio, direttore del servizio di raccolta differenziata e Antonio Russo, ex responsabile dei turni. Nel mirino degli inquirenti sarebbero finite anche alcune determine dirigenziali adottate dal comune di Imperia per sancire il passaggio di consegne tra le due società.