Home, Politica — 10 aprile 2014 alle 11:03

CONSIGLIO PROVINCIALE- MANCA IL NUMERO LEGALE, DOPO L’APPROVAZIONE DEI LAVORI SULLA SP 65 LA SEDUTA VIENE RIMANDATA

Gli esponenti del Pd, che in apertura della seduta avevano già fatto notare come la presenza della minoranza garantisse il numero legale dei consiglieri.

di Redazione

consiglio provinciale

E’ stata approvata all’unanimità ieri sera dal Consiglio provinciale la mozione presentata dal consigliere di maggioranza Gianstefano Orengo (Uniti) con cui l’Amministrazione si impegna a risolvere celermente il problema relativo alla chiusura della strada provinciale n. 65 Pigna-Colle Langan-Molini di Triora, chiusura che si protrae da quasi tre mesi a causa degli eventi alluvionali di metà gennaio e che provoca forti disagi alla popolazione residente e alle attività commerciali della zona.

Il documento, che ipotizza anche l’anticipo dei fondi necessari per eseguire i lavori indispensabili alla riapertura della strada, è stato pienamente condiviso dalla maggioranza e dalla minoranza, con gli interventi dei consiglieri Angelo Alberti (Uniti), Riccardo Giordano (Pd), Paolo Balloni (Idv) e Roberto Ormea (Sel). L’assessore Paolo Ceppi ha detto che nei prossimi giorni gli uffici competenti presenteranno il progetto dei lavori necessari alla riapertura della strada, e che conta di poter ottenere i fondi necessari per eseguire gli interventi. Paolo Ceppi ha anche sottolineato che al momento attuale è prematuro conoscere con certezza i tempi occorrenti per ripristinare la viabilità.

Al termine della discussione gli esponenti del Pd, che in apertura della seduta avevano già fatto notare come la presenza della minoranza garantisse il numero legale dei consiglieri, hanno chiesto al presidente del Consiglio Alessandro Piana la verifica del numero legale dei presenti ed hanno abbandonato l’aula assieme agli altri consiglieri dell’opposizione. Constatata la mancanza del numero legale, la seduta è stata sospesa per una decina di minuti. All’appello, dopo la sospensione, e sempre con i consiglieri di minoranza fuori dall’aula, mancava ancora il numero legale dei consiglieri e così la seduta è stata aggiornata a stasera (inizio alle ore 20,30) per l’esame delle altre pratiche all’ordine del giorno della riunione di ieri (approvazione del Programma degli incarichi del 2014, cessione della partecipazione azionaria al Centro provinciale di formazione professionale “Pastore”, adozione della varianti di cinque Piani di bacino stralcio).