Cultura e manifestazioni, Home — 21 luglio 2018 alle 10:58

DUE PAROLE IN RIVA AL MARE: MERCOLEDI’ 25 LUGLIO LA SCRITTRICE BARBARIA FIORIO PRESENTA IL SUO LIBRO “VITTORIA”

Ogni mercoledì, dal 28 giugno al 30 agosto, un incontro gratuito con un autore a due passi dal bel mare di Ponente,
sulla piazza di San Lorenzo al Mare, per chiacchierare scoprendo storie ed entrando nel laboratorio dello scrittore

di Redazione

vittoria fiorio

Torna per il settimo anno consecutivo a San Lorenzo al Mare la rassegna letteraria “Due parole in riva al mare”, organizzata dall’ Associazione culturale Due Parole in riva al Mare, direttore artistico e presidente Nadia Schiavini, la libraia , con il patrocinio del Comune di San Lorenzo al Mare ,della Provincia di Imperia e della Regione Liguria.

Ogni mercoledì, dal 28 giugno al 30 agosto, un incontro gratuito con un autore a due passi dal bel mare di Ponente, sulla piazza di San Lorenzo al Mare, per chiacchierare scoprendo storie ed entrando nel laboratorio dello scrittore. Il programma dell’edizione 2018 si contraddistingue per la sua versatilità, offrendo un ventaglio di proposte e incontri adatti a ogni pubblico.

Mercoledì 25 luglio ore 21

Barbara Fiorio presenta “Vittoria“, Feltrinelli edizioni.

Dialoga con l’autrice il Gruppo di Lettura della libreria Feltrinelli di Savona, La compagnia dei lettori.

Una fotografa in crisi.

Un lavoro improvvisato che apre orizzonti inattesi. Un inno all’amicizia e alla creatività, le carte vincenti per reinventarsi la vita.  Vittoria non crede nella spiritualità dei manuali, negli aforismi da calamite e di certo non crede nei cartomanti: molto meglio un piatto di trenette al pesto con un’amica che farsi leggere i tarocchi. Fotografa genovese di quarantasei anni con alle spalle alcune pubblicità di successo, Vittoria è sempre riuscita a navigare tra le difficoltà della vita, sostenuta da un valido bagaglio di buon senso, dall’ironia e dal suo grande amore: Federico. Quando però lui se ne va, lasciandola sola in una casa piena di ricordi, il mondo le crolla addosso. Disorientata e in piena crisi creativa, Vittoria si ritrova al contempo senza compagno, senza lavoro e con l’angoscia di non sapere più cosa le riserva il futuro. A corto di opzioni e di soldi per pagare le crocchette a Sugo, il suo fidato gatto, finirà per fare quello che ha sempre disdegnato e che, suo malgrado, le riesce benissimo: leggere i tarocchi a una pletora di anime gentili che, come lei, hanno il cuore spezzato. Tra la carta dell’Eremita che le ricorda Obi-Wan Kenobi e la Ruota della fortuna che sembra un party lisergico, ritroverà anche la creatività, scattando fotografie ai suoi clienti e arrivando a inventarsi una nuova professione: la fotomanzia. Così, senza rendersene conto, tornerà pian piano ad ascoltare il mondo che la circonda, trovando la forza di rialzarsi, di dare agli altri e di credere in se stessa.

Barbara Fiorio

Formazione classica, studi universitari in graphic design, un master in marketing communication, ha lavorato per oltre un decennio nella promozione teatrale ed è stata la portavoce del presidente della Provincia di Genova. Tante passioni e due, in particolare, la accompagnano fin da quando era una bambina: leggere e scrivere. Ha pubblicato il saggio ironico sulle fiabe classiche “C’era una svolta” (Eumeswil 2009) e il romanzo “Chanel non fa scarpette di cristallo” (Castelvecchi 2011). Nel 2013 per Mondadori è uscito “Per il resto tutto bene”.

Venerdì 27 luglio ore 21 (Borgo Foce)

Venerdì 27 luglio, ore 21, con location straordinaria Borgo Foce, Largo Varese, Valentina Farinaccio presenta “Le poche cose certe”, Mondadori. L’evento è in collaborazione con il Festival Borgate dal Vivo.

Dialoga con l’autrice Alberto Milesi, direttore artistico di Borgate dal Vivo.

“Arturo si era convinto di potere una vita speciale, ma poi non muoveva passi, verso l’ignoto, per paura di una vita vera. Il risultato era una vita fasulla, come quella delle formiche inoperose”.

Dopo lo straordinario esordio di “La strada del ritorno è sempre più corta”, Valentina Farinaccio ci racconta con una voce unica, che cresce fino a farsi poesia, una storia tanto incantata quanto feroce di attese e incontri mancati, di errori e di redenzione. Perché dobbiamo correre il rischio di essere felici, anche se tutto da un momento all’altro potrebbe affondare. Perché nulla è certo, nella vita. Solo una cosa: che tra un’isola e l’altra c’è sempre il mare.

Valentina Farinaccio

Giornalista e critico musicale. Lavora per Auditorium TV, la web tv dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, e collabora con “Il Venerdì di Repubblica”. È autrice del libro-intervista La sindrome di Bollani (2009), di Yesterday. Storia di una canzone (2015), dei romanzi La strada del ritorno è sempre più corta (2016), e Le poche cose certe (2018).

Per info scrivere a dueparoleinrivalmare@libero.it oppure 3392877093.

Seguiteci su Instagram #dueparoleinrivalmare

IMPERIAPOST Mediapartner