IMPERIA: BORGO PRINO, DA DUE SETTIMANE MARE OFF LIMITS PER IL DIVIETO DI BALNEAZIONE. “I CLIENTI SCAPPANO! UN DANNO ENORME”/IL REPORTAGE

Home Imperia

Per il secondo weekend consecutivo Borgo Prino, uno dei rioni più suggestivi della città, dave fare i conti con il
divieto di balnazione imposto dall’amministrazione Scajola a causa di un guasto di grave entità alla condotta fognaria

mare

Per il secondo weekend consecutivo Borgo Prino, uno dei rioni più suggestivi della città, dave fare i conti con il divieto di balnazione imposto dall’amministrazione Scajola (che nel frattempo ha perso l’assessore all’ambiente Ivan Gianesini, dimissionario) a causa di un guasto di grave entità alla condotta fognaria. Una problematica annosa che erà già costata pesanti critiche all’amministrazione precedente, quella retta dall’ex Sindaco Carlo Capacci.

A oltre due settimane dallo stop alla balnazione, monta il malumore tra gli operatori balneari, che lamentano un forte calo dei turisti (nonostante alcuni facciano comunque il bagno nonostante il diveto di balnazione), con conseguente riduzione degli incassi. Nei giorni scorsi l’Arpal ha effettuato gli ultimi prelievi. In caso di esito positivi degli esami, il divieto potrebbe essere revocato all’inizio della prossima settimana.

Capanne africane

“E’ davvero demoralizzante. Non si può dare colpa alla nuova amministrazione, perché comunque si è appena insediata. Sta di fatto che però abbiamo dovuto fare i conti con tante disdette da parte dei clienti, preoccupati per il divieto di balnazione. Ora attendiamo i risultati degli esami da parte dell’Arpal, confidando per arrivino buone notizie. Siamo nel bel mezzo della stagione estiva e questo divieto rappresenta per noi un danno enorme”.

Tapas

“Abbiamo perso tanti soldi in queste due settimane. Aspettiamo che venga revocato il divieto per tornare a lavorare normalmente. A questo punto, speriamo almeno che questo problema serva ad aprire gli occhi alla nuova amministrazione perché progetti un intervento definitivo e duraturo. Non è possibile ogni estate trovarsi in questa situazione”.

Delusi anche gli esercenti commerciali: “E’ da due settimane che i turisti scappano per i divieti di balneazione. Abbiamo decine di prenotazioni cancellate. E’ inaccettabile in piena stagione estiva. Due giorni fa l’Arpal ha fatto i prelievi, ora attendiamo i risultati, che non arriveranno prima di lunedì a quanto pare. Speriamo che l’esito sia positivo”.

 

 

 

 

 

Segui Imperiapost anche su: