IMPERIA: CONSIGLIO COMUNALE, DIVIETO DI BALNEAZIONE A BORGO PRINO E SITUAZIONI DI DEGRADO /LE QUESTION TIME DI GUIDO ABBO

Home Politica

Il consigliere di Imperia al Centro, Guido Abbo, presenta per il prossimo consiglio comunale due question time

question time guido abbo balneazione e degrado

Il consigliere di Imperia al Centro, Guido Abbo, presenta per il prossimo consiglio comunale due question time. La prima riguarda l’attivazione del numero Whatsapp per segnalare le situazioni di degrado, mentre la seconda il divieto di balneazione nelle spiagge del Prino.

Le dimissioni dell’Assessore all’Ambiente Gianesini e l’attivazione del numero per segnalare le situazioni di degrado

 “Premesso che il 12/07 l’allora Assessore all’Ambiente Gianesini durante la conferenza stampa  in Comune per la presentazione ufficiale degli assessori annunciava entro la settimana seguente l’attivazione di un numero telefonico per segnalare le situazioni di degrado e rifiuti abbandonati attraverso messaggi WhatsApp, Sms o segreteria telefonica, e l’implementazione a breve di due esperimenti di porta a porta spinto
 
Viste le dimissioni dell’Ing. Gianesini del 16/07, si chiede di conoscere:
  • 1) Se sia stato attivato l’annunciato numero telefonico per segnalare situazioni di degrado, o in caso contrario quando si preveda di attivarlo;
  • 2) Quando sia prevista la data di implementazione dei due esperimenti di porta a porta spinto, e quale sia la natura di tali esperimenti e in quale zona della città si prevede di attuarli”.

Il divieto di balneazione  a Borgo Prino

Premesso che il 09/07 con ordinanza sindacale a firma Vice Sindaco Fossati veniva interdetta la balneazione nelle spiagge del Prino a causa di sversamenti fognari;
Visto il comunicato dell’allora Assessore Gianesini che, confermando il problema, auspicava la pronta risoluzione dello stesso e la revoca del divieto entro 72 ore (come peraltro avvenuto ancora con l’ordinanza di Capacci per analogo problema con ordinanza del 5 giugno revocata l’8 giugno); considerate le affermazioni del 22/07 dell‘assessore Gandolfo circa la riferibilità del problema non ad uno sversamento fognario, bensì  ad una perdita di acqua potabile da una doccia di una spiaggia libera che aveva un tubo di adduzione rotto; visto che ad oggi 24/07 l’ordinanza non è ancora stata revocata, nonostante si sia nel pieno della stagione turistica;
Si chiede di conoscere:
  • 1) per quale motivo a distanza di più di 15 giorni non si sia provveduto alla risoluzione del problema;
  • 2) se il problema riguardi uno sversamento fognario ovvero una perdita di una doccia, ovvero se vi siano due distinti problemi e se siano collegati fra di loro;
  • 3) se le dimissioni dell’ Assessore all’ambiente Gianesini abbiano comportato ritardi nella soluzione del problema, visto che invece delle annunciate 72 ore sono trascorse più di 2 settimane;
  • 4) quando si prevede di poter ripristinare finalmente la balneabilità della zona Prino.
Segui Imperiapost anche su: