IMPERIA: RIFIUTI, SUMMIT TRA SINDACO, TEKNOSERVICE E SINDACATI. SCAJOLA:”PROROGA DI UN ANNO, PORTA A PORTA E SOCIETÀ MISTA”/ I DETTAGLI

Home Imperia

Sarà fondamentale capire con quale percentuale il primo cittadino vorrà far entrare il privato nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani..

38633591_2165961627021768_3554458648623185920_n

Una proroga di un anno alla Teknoservice per iniziare il percorso della raccolta dei rifiuti con il sistema “porta a porta” e per il futuro una società misto pubblico-privata. Sono queste le linee di indirizzo che il sindaco di Imperia Claudio Scajola ha dato nella riunione di lunedì scorso con le segreterie provinciali di FITCISL FILTCGIL UILTRASPORTI FIADEL, i rappresentati sindacali dei lavoratori Teknoservice e la dirigenza dell’azienda di Piossasco.

Sarà fondamentale capire con quale percentuale il primo cittadino vorrà far entrare il privato nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani anche a fronte della mozione, a firma del gruppo consiliare di “Imperia Bene Comune”, approvata dal consiglio comunale il 5 aprile del 2016 con cui si impegnava l’amministrazione a perseguire la gestione pubblica del servizio. 

A fare il punto della situazione il segretario provinciale della FIT CISL SV/IM DANILO CAUSA. 

“Ieri si è svolto un incontro tra le segreterie PROVINCIALI FITCISL FILTCGIL UILTRASPORTI FIADEL e le Rsu Teknoservice con il Sindaco Scajola per capire quali sono le intenzioni future dell’Amm Com per quanto riguarda la gestione della pulizia e della raccolta rifiuti della Città

Il Sindaco ha ribadito più volte che la città non è pulita come vorrebbe, naturalmente senza incolpare né i lavoratori né i capi cantiere che gestiscono e operano al meglio con i mezzi e gli uomini che la Teknoservice mette loro a disposizione. Il Sindaco quindi ci ha comunicato che darà una proroga all’azienda per almeno un anno e nel frattempo vorrebbe partire con un sistema di raccolta “porta a porta”. Successivamente, cosa importante, ha ribadito di voler proporre per la futura gestione del servizio un’azienda misto pubblica-privata naturalmente passando attraverso una gara pubblica per trovare il socio privato.

Su questo, noi conoscendo bene l’ambiente dei rifiuti, abbiamo chiesto di valutare attentamente le aziende che parteciperanno alla gara poiché non sempre tutte hanno le carte in “regola”per garantire i lavoratori e i cittadini. Chiediamo quindi al sindaco, partendo da Teknoservice e tutte le aziende che parteciperanno alla gara di valutare attentamente come operano negli appalti del territorio Ligure,e non solo, sia per quanto riguarda il servizio che per quanto riguarda il rapporto con i lavoratori.

Il Sindaco ci ha proposto di fare altri incontri in prossimità della gara per condividere insieme alle OO.SS. il metodo migliore per il bene di tutti gli attori in campo, metodo che noi abbiamo apprezzato, non tutte le amministrazioni comunali ce lo propongono. Tutto questo con l’obiettivo del Sindaco di avere finalmente una città sempre più pulita sia per i cittadini che per le migliaia di turisti che vengono a visitare sempre più numerosi in questa splendida città.

Naturalmente noi abbiamo ribadito che il nostro auspicio e convinzione è che la maggioranza dell’azienda rimanga a gestione pubblica in modo che la regia parta sempre dal Comune in modo di avere una maggior garanzia e tutela per i lavoratori e per i cittadini Imperiesi”.

 

Segui Imperiapost anche su: