Home, Politica — 13 aprile 2014 alle 13:41

ELEZIONI EUROPEE- ANTONELLO RANISE(FI) INTERVIENE IN FAVORE DI CLAUDIO SCAJOLA: “TOTI NON SI È MAI VISTO IN LIGURIA”

Ranise: “Il Partito, ormai tristemente involuto e autoreferenziale, teme la sua presenza, tende ad escludere anziché includere, per poter garantire la poltrona a personaggi senz’altro rispettabili, che però non hanno né il carisma né il legame territoriale di Scajola”.

di Redazione

Antonello ranise

Imperia – Il coordinatore cittadino di Forza Italia Antonello Ranise interviene in merito alle candidature alle “Europee” e all’eventuale candidatura di Claudio Scajola.

“E’ francamente difficile capire cosa sta accadendo in questi giorni in Forza Italia a livello centrale – scrive Ranise -, e ancora più problematico spiegarlo ai tanti militanti che hanno bisogno di chiarezza. Una premessa doverosa: la politica deve volare alto, e non deve essere un modo per conservare la propria poltrona; è vero sempre, ma ancora di più oggi, mentre sulla propria pelle i cittadini vivono le conseguenze di una crisi drammatica, sociale ed economica. Ora più che mai c’è bisogno, per il nostro Paese, e in particolare per la nostra terra, di una rappresentanza forte, di una presenza carismatica capace di orientare le scelte del Parlamento Europeo, che nei prossimi anni saranno cruciali per invertire la rotta e far ripartire lo sviluppo del nostro territorio.

Claudio Scajola è l’unico che ha la certezza di essere eletto, ed è l’unico che ha la capacità e il carisma per essere ascoltato nelle sedi che contano. Invece il Partito, ormai tristemente involuto e autoreferenziale, teme la sua presenza, tende ad escludere anziché includere, per poter garantire la poltrona a personaggi senz’altro rispettabili, che però non hanno né il carisma né il legame territoriale di Scajola: basti pensare a Toti o ad altri candidati che non si sono mai visti in Liguria. Sembra ripetersi, in peggio, quanto accaduto alle passate consultazioni politiche. A qualcuno da fastidio sentirlo dire, ma nel decennio 2000-2010, con Scajola al governo, sono arrivati più finanziamenti per il nostro territorio che nei precedenti anni di storia repubblicana. E non è avvenuto per caso. Per questo, proprio perché credo ancora alla politica come servizio, auspico che a Scajola non passi la voglia di candidarsi e che il Partito, nell’interesse della gente che ancora si riconosce nei nostri valori, lo candidi”.