Home, Politica — 13 aprile 2014 alle 18:16

CAPACCI VS RUSSO: “SI CONTRADDICE DA SOLO, MOSTRI IL MANDATO D’ARRESTO O SI ASTENGA DAL COMMENTARE”

Capacci: “Se conoscesse la Repubblica italiana e le sue Leggi saprebbe che un magistrato quando utilizza la carcerazione preventiva ha un mandato d’arresto emesso da un Gip.

di Redazione
Il capogruppo 5 Stelle Antonio Russo e il sindaco Carlo Capacci

Il capogruppo 5 Stelle Antonio Russo e il sindaco Carlo Capacci

Il sindaco Carlo Capacci replica nuovamente al capogruppo del Movimento 5 Stelle Antonio Russo dopo il comunicato di oggi.

“Consigliere Russo, – ha commentato Capacci - il modo di dire “le spiego” è un mio brevetto e lei mi sta copiando. Wikipedia non è la Bibbia ma un sito dove tutti possono scrivere e ciò che è scritto può essere inesatto. Noto con dispiacere che si contraddice da solo e se conoscesse la Repubblica italiana e le sue Leggi saprebbe che un magistrato quando utilizza la carcerazione preventiva ha un mandato d’arresto emesso da un Gip (Giudice per le indagini preliminari,ndr). Siccome lei ha ribadito che l’amministrazione comunale di Imperia avrebbe sentito tintinnio di manette le ribadisco l’invito a mostrare il mandato d’arresto o di astenersi da futuri commenti, pena la querela nei suoi confronti”.

 
 
 
bric