Cronaca, Home — 17 settembre 2018 alle 20:14

IMPERIA: MARTELLATE ALLE AUTO E FINTI INCIDENTI PER TRUFFARE LE ASSICURAZIONI. MAXI INCHIESTA CON 19 INDAGATI, NEI GUAI UNA CARROZZERIA/I DETTAGLI

La maxi truffa, da decine di migliaia di euro, vede nel mirino della Procura di Imperia 19 indagati, titolari e dipendenti della carrozzeria “Italcar Service” in via Nazionale e automobilisti, accusati di truffa aggravata e simulazione di reato.

di Redazione

truffa-incidente-stradale-assicurazione-imperia-cid

Auto prese a martellate e incidenti stradali simulati ad arte per intascare i soldi dell’assicurazione. La maxi truffa, da decine di migliaia di euro, vede nel mirino della Procura di Imperia 19 indagati, titolari e dipendenti della carrozzeria “Italcar Service” in via Nazionale e automobilisti, accusati a vario titolo di truffa aggravata e simulazione di reato.

Maxi truffa alle assicurazioni a Imperia – Incidenti falsi

Secondo l’accusa, tramite accordi tra i titolari della carrozzeria “Italcar Service”, i dipendenti e diversi clienti automobilisti, gli indagati apportavano danni alle auto con martellate o utilizzando altri attrezzi, le facevano scontrare tra loro simulando incidenti oppure montavano pezzi di vetture incidentate sulle auto interessate, per poi rimontare successivamente i pezzi originali. Dopodiché, compilavano i Cid (Constatazione Amichevole di Incidente) e presentavano la richiesta di risarcimento alle rispettive compagnie assicurative.

L’inchiesta è partita dal sospetto maturato dalle stesse assicurazioni dopo aver notato che numerosi Cid erano compilati dagli stessi titolari o dipendenti della carrozzeria.

Gli indagati della maxi truffa alle assicurazioni

Secondo l’ipotesi investigativa, a capo della presunta organizzazione ci sarebbero i gestori della carrozzeria, Franco Pittalis, 54 anni, e Salvatore Ventura, 55 anni, e i loro dipendenti Alessandro Campion, 54 anni, di Pontedassio e Roberto Campagna, 41 anni Imperia. Infine Francesco Niutta, 73 anni, di Torino, con il ruolo di fornitore dei mezzi per simulare gli incidenti e gli atti vandalici.

I restanti 14 indagati sono gli automobilisti proprietari dei mezzi “incidendati”, Eleonora Anselmo, 55 anni (Diano Castello), Jessica Canella, 30 anni (Balzola), Anna Del Sorbo, 54 anni (Torino), Florian Dosti, 31 anni (romena residente a Imperia), Fabio Fabiano, 56 anni (Imperia), Alessandro Falzone, 45 anni (Imperia), Elia Filice, 46 anni (Imperia), Walter Gallazzi, 29 anni (Imperia), Giovanna La Bella, 54 anni (Imperia), Paolina Lipari, 59 anni (Pontedassio), Francesco Montalbano, 31 anni (Diano Marina), Giampaolo Niutta, 36 anni (Caselle Torinese), Michele Pellicari, 58 anni (Imperia), Ioana Tudose, 38 anni (romena residente a Imperia).

Tutti gli indagati, a cui è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, sono accusati a vario titolo di truffa aggravata e simulazione di reato.