Home, Imperia — 16 aprile 2014 alle 13:48

COMUNE DI IMPERIA. TROVATO ACCORDO IN GIUNTA. RIDOTTE DA 44 A 23 LE POSIZIONI ORGANIZZATIVE/ECCO QUALI RESTANO IN VIGORE

Rispetto al passato, la riduzione riorganizzativa produce un risparmio per il Comune di Imperia
che passa dal precedente onere per l’anno 2013 di 356.133 euro all’attuale spesa su base annua di 214.690,10 euro

di Redazione

image333

La Giunta Capacci ha raggiunto un accordo, questa mattina, sul riassetto delle posizioni organizzative. Un’intesa arrivata al culmine di un lungo confronto, e di non poche tensioni, sfociate anche in diversi rinvii dell’approvazione pratica, tra assessori, dirigenti e Sindaco. Le posizioni organizzative sono state ridotte da 44 a 23. L’annuncio in un comunicato stampa.

IL COMUNICATO STAMPA

Sono stati adottati due atti di notevole importanza a livello di riassetto organizzativo del Comune di Imperia nella seduta della Giunta Municipale, nella giornata di mercoledì 16 aprile 2014. Le due deliberazioni, nel loro complesso, ridefiniscono le posizioni organizzative dell’Ente nel numero di 23 rispetto alle attuali 44 e la loro pesatura. Si tratta di quelle figure cui vengono attribuiti incarichi che richiedono un’assunzione diretta di responsabilità di prodotto e di risultato e di coordinamento direttivo e organizzativo. Così facendo si va a effettuare un’operazione di razionalizzazione organizzativa del personale e di contenimento della spesa dell’Ente, già sottoposta al vaglio delle Organizzazioni Sindacali. Essa si è resa necessaria per evitare di attingere in maniera illegittima da risorse del Bilancio Comunale.

La complessiva Macrostruttura dell’Ente prevede dunque 9 macro settori, nei quali, a partire dal 15 maggio 2014, vengono individuate le seguenti Posizioni Organizzative:

- Servizio Elettorale, Anagrafe e Demografici

- Servizio attività commerciali e artigianali, S.U.A.P., Relazioni con il Pubblico

- Servizio Gare, Contratti, Appalti ed Economato

- Servizio Bilancio, Contabilità, IVA

- Servizio Entrate

- Servizio Valorizzazione Patrimonio

- Servizio Monitoraggio equilibri finanziari, Patto di Stabilità e Controllo di gestione

- Servizi Prima Infanzia e Attività Educative

- Servizio Amministrativo unico

- Servizio Coordinamento ATS 11

- Servizio interventi di sostegno e tutela

- Servizio Manutenzione (strade, impianti tecnologici e termici, impianti sportivi e stabili)

- Servizio studio, progettazione ed esecuzione opere pubbliche

- Servizio Ambiente, Qualità Urbana, Certificazione e CEA

- Servizio Pianificazione, Convenzioni urbanistiche e Cartografia

- Servizio Edilizia/Sportello Unico per l’edilizia e controllo e dissuasione dell’abusivismo

- Servizio Amministrativo e programmazione LLPP, Urbanistica e Ambiente – Studio bandi e opportunità

- Servizio gestione risorse umane e trattamento giuridico ed economico

- Servizio Attività Culturali e Manifestazioni

- Servizio Biblioteca

- Comando Polizia Municipale

- Nucleo Sicurezza e controllo del territorio

- Servizio controllo strategico, legalità, trasparenza, performance e standard dei servizi

Rispetto al passato, la riduzione riorganizzativa produce un risparmio per il Comune di Imperia che passa dal precedente onere per l’anno 2013 di 356.133 euro all’attuale spesa su base annua di 214.690,10 euro.

Al via ora le selezioni interne per l’attribuzione delle posizioni, cui potranno accedere i dipendenti dell’Ente in possesso dei requisiti richiesti dagli avvisi che verranno a breve divulgati.

Partendo dal presupposto che parte consistente dei fondi era precedentemente attinta in modo illegittimo, si chiede un sacrificio ai Dipendenti non con intento punitivo nell’ottica di ripristinare un quadro consono alla normativa pur garantendo una puntuale efficienza della macchina comunale.

Comunque con l’anno 2015 può essere possibile una più favorevole revisione delle tarature potendo allora contare sulla disponibilità della quota totale del fondo ammesso dalla normativa.

La Giunta ha, inoltre, deliberato di proporre all’approvazione del Consiglio Comunale il Regolamento inerente alla compartecipazione da parte dell’utenza alle spese di istruttoria delle pratiche amministrative (scia, autorizzazioni, concessioni, pareri, ecc.).