Golfo Dianese, Home — 19 settembre 2018 alle 07:34

SAN BARTOLOMEO AL MARE: “SCUOLABUS SOLO DAL 1° OTTOBRE”. MAMME SUL PIEDE DI GUERRA. IL SINDACO URSO:”PROBLEMI ORGANIZZATIVI”/IL CASO

La lamentela arriva da diverse famiglie di San Bartolomeo al Mare e dei comuni della zona, come Cervo e Villa Faraldi, riguardo la mancanza del pulmino scolastico fino al primo ottobre.

di Redazione

scuolabus-scuola-studenti-san-bartolomeo-al-mare-valerio-urso

“La scuola è iniziata da due giorni, ma lo scuolabus partirà solo dal primo ottobre”. È questa la lamentela delle famiglie di San Bartolomeo al Mare e dei comuni della zona, che usufruiscono del servizio del pulmino scolastico, circa un centinaio in totale.

Il servizio, però, partirà dal primo ottobre e questo per molti rappresenta un disagio nella gestione quotidiana degli orari di tutta la famiglia.

La segnalazione dei genitori

“Sono due anni che il Comune fa partire il servizio dello scuolabus il primo ottobre e lo fa smettere il primo giugno. Quindi i bambini sono senza pulmino per quasi un mese, con disagi non indifferenti per le famiglie sia per l’ingresso che per l’uscita della scuola, dato che gli studenti sono dislocati in tutto il territorio. 

Abbiamo chiesto al sindaco Valerio Urso di far durare il servizio dal primo all’ultimo giorno di scuola, ma sembrano esserci problemi organizzativi. 

Il punto è che per le famiglie che lavorano, per i genitori senza la patente o per chi ha più di un figlio, lo scuolabus è fondamentale. Il servizio costa 25 euro al mese, quindi la nostra parte la paghiamo”.

La risposta del sindaco Valerio Urso

“Abbiamo provato a fare tutto quello che era nella nostra possibilità per far partire il servizio il primo giorno di scuola. Purtroppo non è stato possibile per questioni organizzative. Gli orari scolastici, infatti, non sono ancora quelli definitivi per ogni classe. I ragazzi durante i primi giorni entrano ed escono ad orari diversi, che cambiano spesso di giorno in giorno. Non è stato possibile quindi riuscire a mettere in piedi un servizio idoneo. Lo scuolabus partirà in maniera efficiente e funzionale il primo ottobre. 

Si tratta di un servizio non obbligatorio che cerchiamo di garantire nel migliore dei modi possibili. Il costo per gli utenti è solo pari al 30% del totale.

Per quanto riguarda il periodo della fine della scuola, il problema si è verificato solo lo scorso anno. Quest’anno lavoreremo affinché si possa garantire il servizio fino all’ultimo giorno”.