Home, Imperia — 19 settembre 2018 alle 10:48

IMPERIA DICE ADDIO AL PROF. ORIO CASTAGNO, DOCENTE PER 30 ANNI ALL’ISTITUTO NAUTICO. ERA IL NIPOTE DELL’EX SEGRETARIO DEL PC NATTA/IL RICORDO

Castagno, nipote dell’ex segretario nazionale del Partito Comunista Alessandro Natta, è stato per 30 anni docente di Storia e Italiano all’Istituto Nautico di Imperia.

di Redazione

orio-castagno-professore-natuico-pc-alessandro-natta-claudio-scajola-imperia

Imperia dice addio al prof. Orio Castagno, scomparso recentemente all’età di 71 anni.

L’addio al prof. Orio Castagno

Castagno, nipote dell’ex segretario nazionale del Partito Comunista Alessandro Natta, è stato per 30 anni docente di Storia e Italiano all’Istituto Nautico di Imperia. Candidato alle Elezioni Europee del 1999, nella circoscrizione Italia Nord-Occidentale, aveva ottenuto numerose preferenze.

Recentemente, il professore era stato nominato dal sindaco di Imperia Claudio Scajola, in quanto suo ex compagno di scuola, per avergli succeduto l’idea del semaforo in via Bonfante.

Il prof. Castagno lascia la moglie Daniela e il figlio Simone.

I funerali, in forma civile, avranno luogo giovedì 20 settembre alle ore 15.30 nel Cimitero di Oneglia.

Il ricordo del sindaco Claudio Scajola

“Siamo stati compagni di scuola per molti anni. Discutevamo di politica in maniera molto animata, ma anche se eravamo su posizioni opposte, io giovane democristiano e lui comunista radicale, il confronto era sempre colto.

L’ho rivisto dopo molti anni in un incontro della mia campagna elettorale in via Don Minzoni, davanti a bar in mezzo alla strada. Mi meravigliai di vederlo lì, ma lui mi disse: “Non devi meravigliarti di vedermi qua, ma perché ti dico che ti voterò”. Rimasi colpito. Poi aggiunse: “Posso darti un consiglio? Quell’attraversamento pedonale alla fine di via Bonfante su Piazza Dante è molto pericoloso per i bambini e le mamme”. Io ascoltai il suo suggerimento e proprio oggi caso vuole che parte la sperimentazione. Quella fu l’ultima volta che l’ho visto.

Credo che avesse apprezzato il fatto che sul tema della città di Imperia avessi prediletto un discorso di comunità e non di fazioni politiche”.