Cronaca, Home — 16 aprile 2014 alle 17:16

TRAFFICO DI DROGA A PONTEDASSIO. SEI CONDANNE E TRE ESPULSIONI DAL TERRITORIO NAZIONALE PER I GIOVANI ALBANESI ARRESTATI NEL DICEMBRE 2012

Oltre ad essere stati condannati, tre giovani albanesi non potranno più fare ritorno in Italia per dieci anni, pena l’arresto
immediato. L’operazione Final Cut debellò il traffico di stupefacenti gestito da albanesi, con sede operativa a Pontedassio

di Redazione

Final Cut

Condanne pesanti e tre espulsioni dal territorio nazionale per i sei giovani albanesi coinvolti nell’operazione antidroga “Final Cut 2″ condotta dal Nucleo Operativo dei Carabinieri di Imperia. Nel dettaglio il Gup Fabio Favalli ha condannato Florian Dedei, 29 anni a 1 anno e 4 mesi; Maringlen Duro, 32 anni a 3 anni e 9 mesi, con espulsione dal territorio nazionale; Ridvan Paja, 28 anni a 5 anni e 10 mesi, con espulsione dal territorio nazionale; Ervin Seferi, 27 anni, a 2 anni e 2 mesi; Hysen Sulkja, 30 anni, a 6 anni e 6 mesi, con espulsione dal territorio nazionale e Tasho Spiro, 22 anni, 1 anno, 1 mese e 10 giorni.

I tre giovani espulsi dal territorio nazionale non potranno fare ritorno in Italia per 10 anni, pena l’arresto immediato.

L’operazione Final Cut 2 si concretizzò il 13 dicembre 2012, in collaborazione l’unità cinofila di Villanova d’Albenga (Savona) e in particolare con il cane antidroga “Joy”, con l’obiettivo di debellare il traffico di stupefacenti gestito da albanesi, con sede operativa a Pontedassio. Oltre ai sei arresti, furono denunciate 25 persone. sequestrati vari quantitativi di marijuana e cocaina e perquisite autorimesse e abitazioni private a Imperia, Pontedassio e Ventimiglia.