Attualità, Home, PROCESSO "LA SVOLTA" — 16 aprile 2014 alle 20:30

LA SVOLTA. INTERVISTA ALL’AVVOCATO DIFENSORE MARCO BOSIO: “IL PENTITO CRETAROLA? VEDREMO CHE CREDIBILITÀ AVRÀ”

L’avvocato Bosio: “Il Tribunale ha disposto l’audizione quindi sentiremo questa persona che ha dichiarato di aver finto la sua infermità. La sua credibilità è stata messa in dubbio”.

di Selena Marvaldi

bosio

Imperia – Questa mattina in aula, durante il processo “La Svolta” il pm Arena ha ufficializzato la sua richiesta di sentire un nuovo pentito molto importante ai fini dell’indagine: Gianni Cretarola, 31enne sanremese con, alle spalle, una serie di crimini di ogni tipo. Dal 2001 al 2008 si è macchiato di un omicidio per poi affiliarsi alla criminalità organizzata calabrese mentre era detenuto nel carcere di Sulmona.

Affiliato così al clan Nirta partecipa all’omicidio del boss Vincenzo Femia, ma dopo questo ennesimo atto crimanale decide di diventare un collaboratore di giustizia.

L’avvocato Bosio però si era opposto in modo molto duro alla deposizione di questo pentito parlando dei suoi problemi di natura psichica e, alla fine dell’udienza odierna, ha dichiarato alla stampa: “Il pm Arena ha chiesto l’audizione del collaboratore di giustizia che ha ucciso il giovane Delfino, ma era stato giudicato semi-infermo di mente con un disturbo della personalità e aveva anche usufruito di una riduzione di pena. Ho chiesto che venissero sentiti anche i medici che hanno fatto la valutazione al Cretarola, ma il Tribunale ha disposto l’audizione quindi sentiremo questa persona che ha dichiarato di aver finto la sua infermità. La sua credibilità è stata messa in dubbio“.