Cronaca, Home — 24 settembre 2018 alle 16:02

TRAFFICO DI MIGRANTI: 8 IMPUTATI CONDANNATI IN TRIBUNALE PER FAVOREGGIAMENTO ALL’IMMIGAZIONE CLANDESTINA/LA SENTENZA

Gli imputati erano finiti a processo per 7 viaggi tra dicembre e gennaio 2017 in cui venivano trasportati migranti in maniera illegale.

di Redazione

traffico-migranti-arresto-condanna-tribunale-imperia

Otto condanne dai 2 ai 4 anni. È questa la sentenza pronunciata questa mattina dal giudice Luppi, dinnanzi al PM Fornace, in Tribunale a Imperia, nell’ambito del processo che vedeva sul banco degli imputati 8 persone (difese dagli avvocati La Monica e Tahiri) con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

Il Pm Fornace, durante l’ultima udienza, aveva chiesto condanne fino ai 9 anni di carcere.

Nel dettaglio, tutti gli imputati erano finiti a processo per 7 viaggi tra dicembre e gennaio 2017 in cui venivano trasportati migranti in maniera illegale.

Il più grave risale al 19 gennaio 2017 a causa del trasporto di 41 persone all’interno di un furgone, chiuso con il lucchetto esterno.

L’organizzazione di trafficanti di esseri umani

Nel gennaio 2017, la Polizia di Stato ha eseguito una serie di arresti nei confronti di un’organizzazione di trafficanti di esseri umani, composta da decine di persone quasi tutte di nazionalità straniera, operante a livello internazionale.

Le operazioni, coordinate e dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, hanno visto impiegati decine di uomini della Polizia di Stato e hanno interessato le provincie di Milano, Imperia, Genova, Reggio Emilia, Torino, Varese, Mantova, Pistoia, Reggio Calabria e Catania.

Le indagini, durate quasi due anni, sono state svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Cremona, con la collaborazione della Squadra Mobile di Imperia e del Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia, e hanno consentito di individuare un’ampia e ramificata associazione per delinquere finalizzata al trasporto, a fronte di pagamenti di somme di denaro, di cittadini extracomunitari provenienti dalla Siria, dall’Egitto, dall’Eritrea e dal Sudan, con base nella città di Milano e operante per lo più nelle città di Ventimiglia e Nizza.

L’operazione a Imperia

Dal “filone principale” è stata “stralciata” una tranche dell’indagine, trasmessa alla Procura della Repubblica di Imperia, che ha originato un altro procedimento penale, la cui attività investigativa, curata dalle Squadre Mobili di Cremona e Imperia e dal Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia, è stata coordinata dal Procuratore Aggiunto dr..sa Grazia Pradella e dal dr. Lorenzo Fornace.

Nel corso dell’indagine sono stati documentati, quattro “viaggi”, in un occasione di uno dei quali erano stati rinvenuti, stipati in un furgone, ben 41 migranti.