Attualità, Home — 28 settembre 2018 alle 17:22

IMPERIA: IL 24 OTTOBRE IL CONGRESSO GENERALE DELLA CGIL. “PREOCCUPAZIONE PER DATI SU EDILIZIA E TURISMO”/FOTO E VIDEO

Si è tenuta questa mattina, presso la sede della Camera del Lavoro, in via De Sonnaz 10, a
Imperia, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative della Cgil per il mese di ottobre

di Redazione

6C55656A-E93C-4D2B-B38F-A543E429A82C

Si è tenuta questa mattina, presso la sede della Camera del Lavoro, in via De Sonnaz 10, a Imperia, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative della Cgil per il mese di ottobre. Presenti Fulvio Fellegara, segretario generale della Cgil di Imperia, e Tiziano Tomatis, segretario generale della CGIL-FP di Imperia.

Due gli eventi principali, il 3 ottobre l’inaugurazione della nuova sede della Cgil a Sanremo e il 24 ottobre il congresso generale della Cgil nel corso del quale verrà presentato il tradizionale report sull’occupazione. A riguarda Fulvio Fellegara ha anticipato una certa preoccupazione in particolare per due settori, edilizia e turismo.

Fulvio Fellegara

“Tante novità e tanto impegno. Il mese di ottobre sarà un mese molto importante per la Camera del Lavoro.

La prima novità è molto importante, quella del 3 di ottobre, data in cui andremo a inaugurare la nostra nuova sede a Sanremo, che si sposta e si ingrandisce. Diventa più centrale, in via Pallavicino 13.

Sarà non soltanto un centro servizi, come quello che fino ad oggi abbiamo avuto a Sanremo, che ha una qualità e una eccellenza assolutamente apprezzabile e che sta dando degli ottimi risultati, ma sarà una vera e propria Camera del Lavoro.

Torniamo a portare le categorie su Sanremo, un presidio dei pensionati e della confederazione.

Per noi è un momento importante, sia per l’investimento che abbiamo fatto, ma soprattutto perché ci avviciniamo a lavoratori, pensionati e cittadini e lo facciamo nella città baricentrica a livello provinciale, importante per il numero di abitanti e per il numero di attività che insistono sul comprensorio sanremese.

Riportare una Camera del Lavoro grande, bella e centrale su Sanremo, per noi è motivo di grosso orgoglio.

Abbiamo i congressi di tutte le categorie della Camera del Lavoro che vedranno a ottobre il loro atto conclusivo. Il nostro congresso è iniziato nella primavera scorsa si è sviluppato sui posti di lavoro e sulle leghe dei pensionati durante l’estate. Abbiamo toccato un numero di assemblee di votanti sicuramente importante. Il numero più alto che abbiamo raggiunto negli ultimi anni.

Sono state 131 le assemblee svolte e più di 2700 i lavoratori e i pensionati che hanno votato. Persone iscritte alla CGIL che sono venute alle nostre assemblee, sui posti di lavoro, nelle camere del lavoro e nelle leghe dei pensionati e hanno espresso una preferenza per le tesi e per i documenti della CGIL.

Credo che questa sia una grande risposta e una capacità di stare sul territorio e parlare con le persone che solo la CGIL ha in Italia. Non esiste un’altra organizzazione democratica che abbia questi numeri e che muova così tante persone.

A partire dal 9 al 18 di ottobre ci saranno gli atti conclusivi di tutte le categorie. Ogni giorno avremo il congresso di una categoria per arrivare al 24 ottobre che sarà l’atto conclusivo con il congresso generale della Camera del Lavoro, che non solo avrà il compito di esprimere il gruppo dirigente del futuro, ma dovrà anche tracciare le linee guida e le scelte strategiche che questo sindacato dovrà fare a livello provinciale per i prossimi anni.

Come da tradizione il nostro centro studi prepara ogni anno un report, il congresso sarà l’occasione per presentarlo. Partiremo dai dati, da una fotografia della situazione provinciale e su questo trarremo dei ragionamenti per scegliere appunto le linee guida, le linee di intervento che dovremo fare.

Resta un elemento complessivo di preoccupazione, un andamento zoppicante dell’edilizia che ha toccato all’inizio dell’anno il periodo più difficile in termini di occupazione e di prospettive. Questo è uno dei temi che abbiamo inserito nella nostra piattaforma.

Oltre all’edilizia, c’è tutto un ragionamento relativo alle infrastrutture , che sono un tema portante per lo sviluppo turistico e occupazionale del nostro territorio. La tragedia del ponte Morandi ce lo ha ricordato in modo brutale, ma ogni volta che c’è un’alluvione, la pioggia, o un incidente stradale, ci accorgiamo di quanto la nostra provincia sia isolata e sia precaria.

Si deve partire da li, non possiamo pensare che ci sia sviluppo se non è sorretto da infrastrutture di valore.

Ci sarà poi una discussione che riguarda il tema dell’occupazione nel settore dei servizi e del turismo, che a fronte di un miglioramento delle presenze e quindi di un momento virtuoso dal punto di vista della promozione turistica, nonna registrato un adeguato miglioramento dell’occupazione. Se arrivano più persone, ci aspettiamo che ci sia anche un miglioramento dei dati occupazionali. Questo aspetto, ad oggi, non si è ancora manifestato, è uno degli elementi di preoccupazione che noi vorremo discutere insieme il 24 di ottobre”.