Home, Rubriche — 17 aprile 2014 alle 21:55

SEX AND IMPERIA: DIMMI COME SI VESTE IL TUO IMPERIESE E TI DIRO’ SE NE VALE LA PENA

Questo viaggio nel look degli imperiesi si divide in due parti. Oggi analizzermo il look dei maschietti, che ultimamente sembrano passare più ore di noi donne davanti allo specchio, mentre la prossima settimana guarderemo all’abbigliamento sicuramente intraprendente di molte noi donne imperiesi.

di Redazione

sexandimperia.jpg

Uomini o donne che voi siate sicuramente avrete sentito parlare della serie tv Sex & The City con la glamour giornalista Carrie Bradshaw che, con un pizzico di ironia, analizzava le difficoltà dei rapporti di coppia, del sesso e del corteggiamento. Ci siamo chiesti quindi: “E se Carrie venisse improvvisamente sbalzata ad Imperia e analizzasse la vita amorosa degli imperiesi? Le loro modalità di approccio e ci desse qualche consiglio su come comportarsi in amore?“. Detto fatto! Ecco quindi la rubrica settimanale della nostra Emy che ci accompagnerà alla scoperta di “Sex & Imperia”.

Questo viaggio nel look degli imperiesi si divide in due parti. Oggi analizzermo il look dei maschietti, che ultimamente sembrano passare più ore di noi donne davanti allo specchio, mentre la prossima settimana guarderemo all’abbigliamento sicuramente intraprendente di molte noi donne imperiesi.

Per iniziare questa classificazione è necessario tornare a una divisione per punti come avevamo già fatto con la mini guida su come conquistare un imperiese e così facendo possiamo tracciare un paio di profili standard del look maschio imperiese e decidere se vale la pena mettere gli occhi addosso a qualcuno!

  • Il maschio con il Montgomery: allora…bisogna fare un bel respiro per analizzare questa bizzarra categoria del maschio con il Montgomery e non provate a pensare che sia solo un caso sporadico. Al Caffè del Porto questi omini così abbigliati spuntano come funghi a ogni angolo. Oltre questo bar non riescono ad andare perchè vengono divorati dai super tronisti del Laboratorio, ma se riescono a circumnavigare l’area potreste vedere qualche raro esemplare anche alla Conchiglia.  Allora l’uomo che indossa questa giacca fa l’intellettuale. Fa. Perchè per esserlo c’è bisogno di altro. Di solito il Montgomery è blu, molto elegante che non impegna, e lui tiene le mani in tasca, cercando un po’ di atteggiarsi. Se scegliete di puntare un uomo così vestito dovete fare attenzione, potrebbe affascinarvi con quel pizzico di barba incolta che non può certo mancare, ma “stargli dietro” diventa un lavoro più che un piacere. A voi la scelta.
  • L’uomo maglietta, altrimenti detto: colui che ha sempre caldo: non è vero, ragazze, muore di freddo come ogni comune mortale ma si è ammazzato in palestra per tre ore ogni giorno gli volete dare la possibilità in pieno gennaio di mostrare i suoi bicipiti da urlo? Avanti! L’uomo maglietta ( e per trovare una foto adatta ho visto cose che voi umani non potete immaginare) è molto, molto, molto, sicuro di sè. Forse troppo e il rischio è che una volta finalmente a letto in mezzo a quelle braccia possenti voi vi accorgiate che lui ha molti meno peli di voi che vi fate la ceretta ogni settimana e la pelle dei suoi pettorali è più liscia di quella di un neonato. C’è a chi piace l’uomo curato e che ama se stesso, l’importante è che non ami talmente il suo corpo da dimenticarsi di voi.
  • L’uomo toglietemi tutto, ma non la mia camicia: forse per lavoro, forse perchè gli piace e si sente elgante, fatto sta che questo uomo in qualsiasi stagione, persino con 30 gradi di notte al Pennello ad agosto, ha la camicia. Sempre. Arriva dicendovi: “Allora che si fa stasera?” domanda inutile dato il contesto e poi vi inizia a parlare di lavoro anche il sabato sera. Gli piace sentirsi importante e soprattutto gli piace che la sua donna lo consideri tale. Quindi per stare con uno di questo genere dovete non avere nemmeno un pizzico di mascolinità in voi e, soprattutto, dovete ADORARE l’idea di passare la domenica pomeriggio a stirare i colletti.

Sono solo tre macro-categorie generiche che, alla fine, possono piacere come no. C’è solo un consiglio che mi sento di darvi con il cuore. Ragazze, dite insieme a me: “NO alle magliette della salute e NO ai calzini bianchi“. L’uomo che indossa entrambi questi capi ha bisogno di un tuffo nel futuro e capisco che potreste accorgervi di questo look “troppo tardi”, ma a quel punto scatta la fuga. Siete autorizzate!

*Emy*