Home, Imperia — 6 ottobre 2018 alle 09:33

“VOGLIO RINGRAZIARE IL PERSONALE SANITARIO DEI REPARTI DI NEFROLOGIA, CHIRURGIA VASCOLARE, CLINICA SANT’ANNA, 118 E CROCE BIANCA”/ LA LETTERA

Giunge alla nostra redazione una lettera di ringraziamento da parte di una nostra lettrice nei confronti del personale sanitario che ha assistito il padre negli ultimi suoi mesi di vita.

di Redazione

lettera-3

Giunge alla nostra redazione una lettera di ringraziamento da parte di una nostra lettrice nei confronti del personale sanitario che ha assistito il padre negli ultimi suoi mesi di vita.

In seguito alla scomparsa di mio padre, avvenuta pochi giorni fa, mi piacerebbe poter ringraziare di persona tutti coloro che in questi mesi si sono occupati di lui e della sua salute. Non potendolo fare personalmente, vorrei farlo pubblicamente evidenziando le realtà positive, l’umanità e la professionalità che abbiamo la fortuna di trovare a Imperia.

In un quadro clinico complicato la degenza di mio padre si è alternata fra il reparto di Nefrologia e di Vascolare dell’Ospedale di Imperia, in cui i medici confrontandosi fra i reparti hanno fatto tutto ciò che era nelle loro possibilità, sia per salvargli la vita, che per alleviare le sue sofferenze. Desidero quindi ringraziare tutto il reparto di Nefrologia, i dottori e lo staff, il Dott. Gramondo e il Dott. Mannari e le infermiere di Chirurgia Vascolare.

Il personale medico, Oss, e infermieristico della Clinica Sant’Anna, in particolare Eva la caposala del 1° piano, la Dott.ssa Aga e Rita. Per ultimi, solo in ordine cronologico, l’eccezionale equipaggio dei soccorritori della Croce Bianca, Andrea Opizzo e Santina De Marco che hanno tentato il tutto per tutto con umanità, sensibilità e sostegno per me e mia mamma, l’equipaggio del 118 con a capo il Dott. Abdallah Sharif che si è prodigato con professionalità e delicatezza negli ulteriori tentativi per salvare la vita di mio papà”.