Cronaca, Home — 10 ottobre 2018 alle 12:44

VIOLENZA SESSUALE SULLA PISTA CICLABILE: IN MANETTE UN 36ENNE. “DECISIVA LA DETTAGLIATA DESCRIZIONE DELLA VITTIMA”/LA RICOSTRUZIONE

Le forze dell’ordine hanno illustrato i dettagli dell’operazione che ha portato al fermo del presunto autore della violenza sessuale.

di Redazione

violenza-sessuale-sanremo-pista-ciclabile-carabinieri-polizia

Si è svolta oggi, presso il Commissariato della Polizia di Stato di Sanremo, la conferenza stampa congiunta tra Carabinieri e Polizia sul caso della violenza sessuale avvenuta la mattina dell’8 ottobre ai danni di una ragazza inglese, sulla pista ciclabile di Sanremo.

L’individuazione del presunto aggressore

Nella giornata di ieri, Carabinieri e Polizia hanno tratto in arresto il presunto autore della violenza sessuale. Si tratta del 36enne Rodrigo De Franco, italiano di origini brasiliane, che vive a Taggia. Il 36enne era già noto alle forze dell’ordine.

Violenza sessuale sulla pista ciclabile: la conferenza di Polizia e Carabinieri a Sanremo

“Siamo qui per riepilogare le attività in relazione all’episodio criminoso avvenuto lunedì. La squadra mobile di Imperia ha collaborato con il commissariato di Sanremo e con l’arma dei Carabinieri.

L’episodio si è verificato la mattina presto, tra le 6.30 e le 7.30 del mattino. Una giovane ragazza di origini inglesi stava facendo jogging sulla pista ciclopedonale, quando è stata aggredita da un individuo e ha subito violenza.

Come commissariato siamo intervenuti con rapidità con la squadra volante. L’individuo si era dileguato nel frattempo.

Sono andati avanti gli accertamenti lungo tutta la giornata di lunedì, tramite l’ascolto della vittima e dei testimoni per definire l’aspetto, l’età e le sembianze dell’aggressore.

Abbiamo visionato anche i filmati della fitta rete di telecamere di cui Sanremo è munita, sia pubbliche che private. Questo ci ha consentito di ottenere un volto dell’aggressore, sebbene limitato perché indossava un cappuccio.

Durante la mattinata abbiamo collaborato strettamente con l’arma, condividendo immagini e risultanze.

Dato che il soggetto poteva gravitare anche fuori Sanremo, ci siamo appoggiati alla loro conoscenza del territorio.

Questo ci ha permesso di restringere l’ambito entro cui si poteva collocare l’individuo.

La descrizione della vittima estremamente precisa e dettagliata, ci ha aiutato molto a selezionare i potenziali autori del crimine, un plauso alla sua freddezza e coraggio e lucidità.

Il fermo, in fase di convalida, è stato eseguito perché la vittima ha riconosciuto l’autore del reato, così come i testimoni”.

Il presunto stupratore, ripreso dalle telecamere di Sanremo