Home, Sport — 12 ottobre 2018 alle 12:15

PRESENTATA LA NUOVA STAGIONE DELL’IMPERIA RUGBY, AI NASTRI DI PARTENZA DEL CAMPIONATO DI SERIE C. “LE PROSPETTIVE CI SONO TUTTE PER FARE BENE”/FOTO E VIDEO

Si è tenuta questa mattina presso il campo di rugby “Pino Valle” di frazione Baitè a Imperia, la presentazione della stagione agonistica 2018 – 2019 della prima squadra dell’Imperia Rugby, che prenderà parte al campionato di Serie C nazionale

di Redazione

imperia rugby serie c presentazione

Si è tenuta questa mattina presso il campo di rugby “Pino Valle” di frazione Baitè a Imperia, la presentazione della stagione agonistica 2018 – 2019 della prima squadra dell’Imperia Rugby, che prenderà parte al campionato di Serie C nazionale.

All’incontro erano presenti il presidente dell’Imperia Rugby Luigi Ardoino, l’assessore allo sport Simone Vassallo e Massimo Zorniotti, fiduciario della Federazione Italiana Rugby. Presenti anche l’allenatore della prima squadra Franco La Macchia, Alessandro Castaldo e Kevin Masetto. Al campo anche Franco Iannone per la presentazione alla stampa.

Luigi Ardoino – Presidente dell’Imperia Rugby e dirigente della Junior Rugby Riviera

“Ormai da qualche anno frequentiamo l’ambito della Serie C nazionale e ovviamente iniziano a conoscersi le società, le squadre e comunque sta aumentando anche molto il livello tecnico delle società.

Il campionato nordovest tocca il Piemonte, la Lombardia e, nelle fasi successive, c’è la possibilità addirittura di salire nella Serie B nazionale. Gli scontri diventano importanti, sia fisicamente che logisticamente, con trasferte lunghe, un impegno e una costruzione degli allenamenti anche molto precisa.

Le prospettive ci sono tutte per fare bene, chiaramente poi parla sempre il campo. Questo è un po’ il modo di essere del rugby.

Noi investiamo molto nella formazione dei tecnici, il tecnico che va per noi a fare propaganda nelle scuole, e ovviamente ha una conoscenza di base molto evoluta ed è un appassionato di rugby. Trasmette bene questi valori ai ragazzi , che trovano piacere a praticare una disciplina che è veramente completa in tutti i sensi.

L’impianto sportivo potrebbe avere delle caratteristiche molto migliori, ma è anche vero che i ragazzi trovano l’ambiente del gioco talmente affascinante che arrivano”.

Simone Vassallo – Assessore allo sport del Comune di Imperia

“Sono molto orgoglioso e molto soddisfatto di essere qui al campo Pino Valle, per fare questa presentazione. È un appuntamento importante.

Credo che fare una conferenza stampa dove si presenta l’inizio di una Serie C voluta e lottata si debba fare in loco, perchè ci sia la possibilità di credere in questa e in questo sport.

Spesso tanti sport vengono messi un po’ da parte , non si portano a conoscenza della città e della gente. Ci sono un gruppo di persone che si sono date sempre da fare e si sono impegnate.

Il Comune chiaramente con le poche possibilità economiche ha sempre cercato di dare l’utilizzo e la massima disponibilità logistica di tutto quello che può fare.

Le società sportive si sono sempre date da fare, a partire dall’Imperia Rugby e arrivare a tutte le altre che abbiamo all’interno del Comune per valorizzare quelli che sono gli impianti sportivi e per adattarli meglio a quelli che sono i giocatori e tutti gli utenti.

Questo è un ringraziamento che faccio oggi all’Imperia Rugby, ma soprattutto a tutte le società sportive che si danno sempre più da fare.

Oggi è una bella soddisfazione, un bel contenitore, si fa un campionato dove c’è questa bella sinergia, un campionato che è voluto e questo deve portare tutti i giocatori della provincia più importanti ad avere una soddisfazione unica, che è quella di portare il rugby ad alti livelli”.

Massimo Zorniotti – Fiduciario della Federazione Italiana Rugby e responsabile dello sviluppo del gioco del rugby in Regione Liguria.

“La Federazione Italiana Rugby da qualche anno ha stretto degli accordi con il Ministero dell’Istruzione , proprio per fare entrare il rugby nelle scuole.

È uno dei pochi sport nazionali che accede nelle scuole con tecnici specializzati , laureati in scienze motorie. Il mio compito è proprio quello di incrementare per la Liguria l’accesso agli istituti scolastici agevolando le società nello sviluppo di questa attività.

Proprio la scelta della federazione di inserire dei tecnici specializzati, dei laureati in scienze motorie, fa si che si pensi anche alla costruzione del ragazzo dal punto di vista di motricità. Portare i ragazzi a svolgere attività sportive che siano a 360° e non solo legate al rugby”.