Entroterra, Home, Imperia — 13 ottobre 2013 alle 08:32

PRESENTATO IERI A PIEVE DI TECO IL PROGETTO “Le Alpi del Mare. L’unione che rilancia l’economia. Tecnologia per la multimedialità delle aree fragili”

Il progetto di multimedialità dell’Unione Nazionale delle Camere di Commercio italiane parte da Pieve di Teco, piccolo centro dell’entroterra di Imperia e Albenga. Lo ha annunciato oggi il Presidente Ferruccio Dardanello nel corso del Convegno “Le Alpi del Mare. L’unione che rilancia l’economia. Tecnologia per la multimedialità delle aree fragili” organizzato dal mensile free press “Rivisto”. Dardanello ha sottolineato come […]

di Gabriele Piccardo

imageIl progetto di multimedialità dell’Unione Nazionale delle Camere di Commercio italiane parte da Pieve di Teco, piccolo centro dell’entroterra di Imperia e Albenga. Lo ha annunciato oggi il Presidente Ferruccio Dardanello nel corso del Convegno “Le Alpi del Mare. L’unione che rilancia l’economia. Tecnologia per la multimedialità delle aree fragili” organizzato dal mensile free press “Rivisto”. Dardanello ha sottolineato come con soli 300 euro le realtà degli 8000 comuni italiani potranno uscire dall’isolamento.
Intanto, l’Assessore all’Agricoltura della Regione, Giovanni Barbagallo, ha reso noto che la Liguria ha investito un milione di euro per lo sviluppo delle aree rurali. Mediterraneo e Alpi insieme per dare un futuro all’Italia del Nord.
Da qui l’unione con “Eutelsat”, la terza azienda satellitare a livello mondiale, indispensabile per coinvolgere i paesi dell’entroterra nella grande unione con la costa.Renato Farina,Amministratore Delegato della Eutelsat, ha dimostrato ai tanti presenti al Teatro Salvini come il satellite sia la vera opportunità per raggiungere l’intero territorio. Un nuovo satellite, con un’architettura completamente diversa,che copre tutta l’Europa,servizi altamente performanti a costi comparabili alle attuali apparecchiature.Il satellite non è in competizione con le infrastrutture di terra ma vuole essere complementare. Senza connettività le aziende non riescono a competere.
Franco Amadeo, ex vicepresidente della Provincia di Imperia e attuale responsabile della Camera di Commercio ha lanciato l’idea di realizzare una Macroregione con capoluogo Cuneo per coprire il territorio della Riviera Ligure di Ponente, il suo entroterra con le Alpi Marittime e il Basso Piemonte.