Attualità, Cronaca, Home, Imperia, Politica — 14 ottobre 2013 alle 09:46

Dulbecco shock: “A Priebke neanche un loculo. Peccato non sia stato utilizzato lo stesso rigore verso i boia delle Foibe”

“A Priebke neanche un loculo. Peccato non sia stato utilizzato lo stesso rigore verso i boia delle Foibe”. È questo il pensiero di Angelo Francesco Dulbecco, coordinatore dei giovani del Pdl e membro del coordinamento provinciale del partito di Berlusconi, sul caso della morte di Erich Priebke capitano delle SS condannato all’ergastolo per la strage delle Fosse Ardeatine in cui […]

di Gabriele Piccardo

Post angelo Dulbecco Priebke“A Priebke neanche un loculo. Peccato non sia stato utilizzato lo stesso rigore verso i boia delle Foibe”. È questo il pensiero di Angelo Francesco Dulbecco, coordinatore dei giovani del Pdl e membro del coordinamento provinciale del partito di Berlusconi, sul caso della morte di Erich Priebke capitano delle SS condannato all’ergastolo per la strage delle Fosse Ardeatine in cui morirono 335 persone. Dulbecco, già noto alle cronache, per aver appeso fuori dal liceo scientifico Vieusseux di Imperia la bandiera della Repubblica Sociale Italiana, torna così a far parlare di sé con un post sul suo profilo di Facebook in cui si scaglia anche contro il Governo argentino: “L’Argentina lo stesso Paese che ha da poco vilipeso la statua di Cristoforo Colombo dopo averlo definito un criminale, rifiuta di seppellire Priebke accanto alla moglie”.
Il Comune di Roma e il clero romano hanno deciso di non permettere la celebrazione del funerale del boia nella capitale. Il sindaco Ignazio Marino si è espresso negativamente sul l’ipotesi di seppellire Priebke a Roma in quanto sarebbe un’offesa nei confronti della comunità ebraica e non solo.
“Tutti i boia, Priebke in primis vorrei che non fossero seppelliti in Italia – ha commentato il coordinatore provinciale del Pdl Marco Scajola – perché sarebbe uno schiaffo morale ai parenti delle vittime massacrate. I criminali sono il peggio che una società possa esprimere di qualunque orientamento politico essi siano. Sulle dichiarazione di Dulbecco non mi esprimo, ognuno fa le dichiarazioni che vuole se ne assume la responsabilità”.
Selena Marvaldi e Gabriele Piccardo

Angelo Francesco Dulbecco e Erich Priebke

Angelo Francesco Dulbecco e Erich Priebke