Golfo Dianese, Home — 23 ottobre 2013 alle 06:20

DIANO MARINA – CIRCA 70 VENDITORI AMBULANTI CONGELANO LE LICENZE A CAUSA DELLA CRISI, L’AMMINISTRAZIONE PENSA AD UN “TRASLOCO”

Rivoluzione commerciale a Diano Marina? Forse sì. Da qualche tempo in città si sente parlare del parziale spostamento del mercato del martedì che si snoda per alcune via della città degli aranci: piazza Jacopo Virgilio, via agli Orti, piazza Costituzione, via Mimosa e viale Kennedy. Proprio in quest’ultima via, l’amministrazione Chiappori, starebbe pensando di spostare i banchi situati in via […]

di Gabriele Piccardo

mercato

Rivoluzione commerciale a Diano Marina? Forse sì. Da qualche tempo in città si sente parlare del parziale spostamento del mercato del martedì che si snoda per alcune via della città degli aranci: piazza Jacopo Virgilio, via agli Orti, piazza Costituzione, via Mimosa e viale Kennedy. Proprio in quest’ultima via, l’amministrazione Chiappori, starebbe pensando di spostare i banchi situati in via agli Orti (chiamata anche via dei morti per lo scarso passaggio di persone, ndr) e in piazza Costituzione proprio perché nella zona in questione i commercianti non riuscirebbero a lavorare.

Si tratterebbe di una “sperimentazione” che potrebbe riguardare solo il periodo invernale dovuta al fatto che, circa 70 banchi, che sono situati in piazza Costituzione sono “falliti” e per non pagare le imposte inutilmente congelano le proprie licenze. Da qui l’intervento dell’avvocato genovese Matteo Borello, amministrativista di fiducia della giunta targata Chiappori, che la scorsa settimana si sarebbe recato in Comune per studiare la pratica.

L’intervento di Borello, infatti, è dovuto al fatto che sullo spostamento dei banchi in viale Kennedy ci sarebbero alcune perplessità dal punto di vista della sicurezza, ovvero, con il raddoppio degli ambulanti i mezzi di soccorsi non riuscirebbero più a passare in caso di emergenza. Il sindaco Giacomo Chiappori mette le mani avanti e si limita a dire: “Stiamo studiando una soluzione per cercare di far lavorare tutti in questo momento di crisi globale. Tutto dovrà essere a norma di Legge e se le soluzioni prospettate non lo saranno, ovviamente, non le adotteremo. Attualmente rimane lì dov’è, quando avremo una soluzione la sottoporremo agli ambulanti e saranno loro a decidere”. 

Piazza Costituzione a Diano Marina

Piazza Costituzione a Diano Marina