Attualità, Cronaca — 14 giugno 2013 alle 13:01

Dolcedo-Imperia, in cento per difendere le proprie case

Oltre 100 persone hanno manifestato, pacificamente, questa mattina davanti alla Prefettura di Imperia in difesa delle proprie abitazioni situate nel territorio del Comune di Dolcedo, ritenute dalla Procura di Imperia “abusive”. Gli indagati per “lottizzazione abusiva” da 82 sono passati ad oltre 130. Il Giudice per le indagini preliminari ha disposto che entro 60 giorni i proprietari, tra cui molti […]

di Gabriele Piccardo

image

Oltre 100 persone hanno manifestato, pacificamente, questa mattina davanti alla Prefettura di Imperia in difesa delle proprie abitazioni situate nel territorio del Comune di Dolcedo, ritenute dalla Procura di Imperia “abusive”. Gli indagati per “lottizzazione abusiva” da 82 sono passati ad oltre 130. Il Giudice per le indagini preliminari ha disposto che entro 60 giorni i proprietari, tra cui molti cittadini stranieri, raggiunti dall’avviso di garanzia sgomberino le abitazioni. La palla ora passa ai legali che presenteranno ricorso al Tribunale del Riesame di Genova contro il provvedimento. Un ricorso che, secondo quanto raccontato dagli sfortunati protagonisti di questa vicenda, dal punto di vista economico (almeno 2000 euro,ndr) non sarebbe sostenibile per tutti. Malgrado i permessi di costruire sbandierati dai proprietari delle case sono stati rilasciati dagli uffici comunali, i tecnici del Comune di Dolcedo, gli ex amministratori, i costruttori e i notai che hanno seguito la parte burocratica delle vendite non risultano indagati.

Ecco la video intervista a Luca Calvi, uno dei proprietari indagati.

 

 
 
 
FR_vetrine_3