Attualità, Home, Porto di Imperia — 24 ottobre 2013 alle 13:00

FERMO DEI LAVORI PORTO TURISTICO – IL COMUNE CAMBIA AVVOCATO A UN MESE DALL’UDIENZA DECISIVA AL T.A.R.

Fuori Telmon dentro Montarsolo. La giunta Capacci cambia avvocato a circa un mese dalla discussione del ricorso contro il diniego della proroga dei lavori di costruzione del porto turistico di Imperia decretata dall’ing. Pierre Marie Lunghi lo scorso 15 marzo. La Porto di Imperia SPA aveva chiesto una proroga di 29 mesi per concludere i lavori del porto ma sarebbe […]

di Gabriele Piccardo

L'avvocato Pier Mario Telmon

L’avvocato Pier Mario Telmon

Fuori Telmon dentro Montarsolo. La giunta Capacci cambia avvocato a circa un mese dalla discussione del ricorso contro il diniego della proroga dei lavori di costruzione del porto turistico di Imperia decretata dall’ing. Pierre Marie Lunghi lo scorso 15 marzo. La Porto di Imperia SPA aveva chiesto una proroga di 29 mesi per concludere i lavori del porto ma sarebbe stata negata per l’inadempienza del contratto di concessione demaniale.

L’avvocato sanremese Pier Mario Telmon era stato nominato dal Commissario Prefettizio Sabatino Marchione e sino a qualche settimana fa ha mantenuto l’incarico di legale del Comune nel ricorso presentato dalla Porto di Imperia Spa e da Acquamare srl per ottenere l’annullamento del provvedimento di diniego della proroga. All’epoca fu stanziato in favore di Telmon un compenso complessivo pari ad € 24.414,99 e lunedì su indicazione della giunta presieduta dal vice sindaco Giuseppe Zagarella ne sono stati stanziati altri € 27.913,60 in favore dell’avvocato Luigino Montarsolo per un totale di € 52.328,59. 

Nei giorni scorsi il dirigente del settore Porti e Demanio Pierre Marie Lunghi si sarebbe recato a Genova per illustrare la pratica al nuovo legale che avrà tempo un mese per prepararsi per la discussione prevista il prossimo 29 novembre davanti a giudici del Tribunale Amministrativo Ligure.Il sindaco Carlo Capacci ha commentato così la decisione assunta: “L’avvocato Telmon ci ha inviato una lettera con la quale rimetteva i mandati di sua iniziativa ed in maniera corretta credo in quanto nominato dal Commissario Prefettizio. Per il ricorso pendente davanti al T.A.R. abbiamo deciso di fare scelte diverse e nominare un altro professionista. All’avvocato Telmon è stato riconfermato un altro incarico precedentemente assunto”.

Non è del tutto chiaro se sia mancato il rapporto fiduciario tra l’amministrazione imperiese e l’avvocato sanremese o se si è preferito nominare Montarsolo per una questione di capacità ed esperienza. Nel caso in cui T.AR. dovesse dare ragione al Comune, la Porto di Imperia avrebbe un anno di tempo per terminare i lavori pagando una penale di 2 mila euro al giorno, circa 700 mila in totale.