Home, Politica — 31 ottobre 2013 alle 09:43

PROVINCIA – IN UN CONSIGLIO “ROVENTE” È STATO VOTATO IL VIA LIBERA ALLA VENDITA NEGOZIATA DELLE QUOTE DELL’AUTOSTRADA DEI FIORI /VIDEO

Si è concluso pochi minuti dopo la mezzanotte il consiglio provinciale che ha dato il nulla osta alla vendita negoziata (trattativa privata) per la vendita del 2,36% delle azioni della società dell’Autostrada dei Fiori in capo alla Provincia. La vendita del pacchetto azionario è stato reso necessario per tentare di scongiurare il dissesto finanziario dell’Ente a seguito della mancata vendita […]

di Gabriele Piccardo

consiglio provincialeSi è concluso pochi minuti dopo la mezzanotte il consiglio provinciale che ha dato il nulla osta alla vendita negoziata (trattativa privata) per la vendita del 2,36% delle azioni della società dell’Autostrada dei Fiori in capo alla Provincia.

La vendita del pacchetto azionario è stato reso necessario per tentare di scongiurare il dissesto finanziario dell’Ente a seguito della mancata vendita di alcuni immobili (ex Caserma dei vigili del Fuoco ed ex Colonie di Nava) che la Provincia ha messo in vendita già nel 2012. La seduta è iniziata con un minuto di raccoglimento per la scomparsa della moglie di uno dei consiglieri provinciali e poi con il discorso del presidente Sappa in cui ha ribadito le motivazioni del suo ripensamento e ha presentato il neo assessore alle finanze Antonio Parolini.

Dopo le due interrogazioni del capogruppo del PD Giordano sul progetto preliminare per la realizzazione da parte di Aimeri di realizzare un sito di lavorazione dei rifiuti a Ponticelli che ha ricevuto parere contrario dall’amministrazione comunale la discussione si è concentrata su di un progetto chiamato “Sentiero della Liguria” del quale il gruppo del PD non era stato informato e sul quale ha espresso la propria contrarietà.

“Si tratta di un progetto che deve incentivare il turismo outodoor a contatto con la natura – ha detto Giordano – che però è indirizzato ai percorsi costieri. Credo, dunque, che sia fuori dalla logica dell’outdoor. Si sta lavorando alla definizione del percorso e noi non ne sappiamo niente. Chiedo al presidente di sapere di cosa si tratta e come mai questa cosa non è passata al vaglio della commissione”.

A rispondere, tramite lettera dell’assessore Leuzzi, ci ha pensato l’assessore alla cultura Alberto Bellotti che ha ammesso di non conoscere personalmente la pratica e che sono stati interessate dal progetto alcune amministrazioni comunali. “L’intendimento della Provincia è quello di contattare la Regione in futuro per essere a conoscenza dei progetti che riguardino l’Ente”.

Piccata la risposta di Giordano a Bellotti: “Il fatto che lei stesso non ne sia a conoscenza (Bellotti) lo considero molto grave. Ritengo che tutti quanto dovremmo essere a conoscenza di queste iniziative. Rimango allibito per il fatto che nessun consigliere sappia nulla e magari fermato per la strada possa essere insultato da qualche cittadino. Non possiamo sempre farci delle “pippe” di turismo e poi non sapere queste cose”.

La discussione poi si è concentrata sulla vendita delle azioni dell’Autostrada dei Fiori la cui pratica è stata presentata dal neo assessore Antonio Parolini.

Interviene l’economista del PD Fulvio Vassallo: “Noi siamo i soliti ottimisti che pensiamo che gli altri ci possono risolvere i problemi ma poi ci ritroviamo che nessuno ci risolve nulla e ci ritroviamo alla canna del gas. Nel 2012 il ragioniere capo ci ha detto che se non cedevamo beni mobili e immobili andavamo verso il dissesto e e abbiamo puntato tutto sulla vendita delle ex colonie di Nava che sono ancora in nostro possesso. Vi rimproveriamo di non aver messo in conto il poter vendere tutti i beni a nostra disposizione. Non mi pare che i vostri tempi politici siano adeguati alle esigenze che ci sono. Noi abbiamo perso un mese e sinceramente mi sento offeso da questa lettera mandata dall’ex assessore Artioli datata 28 ottobre in cui mi scrive. “Ti invito ad essere presente”. La maggioranza ha fatto nei mesi mancare il numero legale ed un assessore mi chiede di partecipare? C’è un silenzio assordante su queste cose qua. Nel video l’intervento completo di Vassallo.

La seduta si è animata dopo l’intervento di Sergio Barbagallo e dopo quello di Alessandro Lanteri il quale ha innescato la reazioni stizzita del presidente Sappa.

NEL VIDEO QUI SOTTO LA POSIZIONE DEL GRUPPO “UNITI”.

Lanteri: “Noto un’estrema lentezza nel decidere e risolvere la crisi. È uno dei rimpasti più lenti della storia della Repubblica”.
Sappa: “È una mia prerogativa non sua”.
Lanteri: “Infatti prendo atto di questa lentezza”.

Duro anche l’intervento del capogruppo del PD Riccardo Giordano che ha attaccato l’amministrazione Sappa sulla crisi politica che ha fatto perdere un mese di tempo all’azione amministrativa dell’Ente sulla mancata riduzione del 50% degli emolumenti della giunta.

La votazione sulla prativa ha registrato 13 voti favorevoli (compreso quello di Sappa) 6 contrari (il gruppo del PD) e l’astensione di Paolo Balloni (IDV).

La rinuncia del diritto di prelazione sulle quote dell’autostrada Albegna-Garessio-Ceva S.p.a. è stata votata favorevolmente dalla maggioranza ma ha registrato l’astensione del gruppo di minoranza. Infine la modifica dello statuto societario della Casinò S.p.a. (che prevede l’inserimento delle quote rosa all’interno degli organi societari è stata votata all’unanimità.