Golfo Dianese, Home — 2 novembre 2013 alle 12:54

IL DIRETTIVO DIANESE DEL PRC SULLA RACCOLTA RIFIUTI: “La Tra.De.Co fa un passo avanti, ma è troppo poco”

Infiamma la polemica sulla raccolta rifiuti a Diano Marina e il Partito di Rifondazione Comunista continua ad esprimersi a riguardo: “Apprendiamo e, con favore, accogliamo la smentita della ditta Tra․De․Co per quanto riguarda le voci da noi raccolte di una riduzione di personale. Siamo soddisfatti che la ditta assegnataria di questo servizio abbia decisamente e perentoriamente contraddetto questa vicenda. Dobbiamo […]

di Selena Marvaldi

RIFONDAZIONE-COMUNISTA

Infiamma la polemica sulla raccolta rifiuti a Diano Marina e il Partito di Rifondazione Comunista continua ad esprimersi a riguardo: “Apprendiamo e, con favore, accogliamo la smentita della ditta Tra․De․Co per quanto riguarda le voci da noi raccolte di una riduzione di personale. Siamo soddisfatti che la ditta assegnataria di questo servizio abbia decisamente e perentoriamente contraddetto questa vicenda.

Dobbiamo però porre alcune annotazioni e precisazioni. In primo luogo, come la Tra․De․Co potrà facilmente appurare, Rifondazione Comunista ed i suoi consiglieri comunali hanno sempre avversato il progetto di una mega struttura imperiese per il servizio di raccolta dei rifiuti. Ciò non tanto per l’assegnazione del comparto ad una ditta piuttosto che all’altra, ma solo nella certezza che il servizio messo in essere da quel capitolato si sarebbe dimostrato molto peggiorativo e carente rispetto alla reale necessità di un servizio di raccolta differenziata molto più efficace.

Se pur la Tra․De․Co effettuerà un servizio migliore (e su questo ci rimane qualche dubbio), essa si muove comunque entro la via della assolutamente fallimentare raccolta stradale con i cassonetti, che prevede costosissimi camion compattatori e cassonetti inevitabilmente maleodoranti ed indecorosi che, spesso, sono usati come scusante per non fare una vera e propria raccolta differenziata dei rifiuti.

Non abbiamo nessun problema nel dichiarare che il “metodo” Tra․De․Co sia comunque un passo in avanti nei confronti del precedente, per la conseguenza di abituare i cittadini a ragionare in termini di differenziazione dei rifiuti; crediamo però sia un passo eccessivamente corto per il problema della differenziata in quanto segna, a nostro parere, un peggioramento nel servizio reso alla cittadinanza. Del resto la stessa ditta gestore del servizio sta ricontrattando con alcuni Comuni sia il metodo che gli strumenti per arrivare ad una raccolta differenziata più efficace e conforme alle richieste di percentuali delle leggi vigenti.

Vogliamo altresì precisare, per onore di correttezza, che Rifondazione Comunista, purtroppo, non ha un gruppo consiliare in quel di Diano Marina: il testo inviato ai media era firmato, come del resto anche questo, dal Direttivo del Circolo Dianese. Rassicuriamo la Tra․De․Co e le amministrazioni locali che la nostra vigilanza e la nostra richiesta di un ampliamento della occupazione non verranno mai meno. A questo nostro dovere e compito non intendiamo proprio rinunciare né ora né mai!