Attualità, Home — 6 novembre 2013 alle 12:56

TRIBUNALE DI IMPERIA NEL CAOS – Una mattinata di ordinaria follia nello sfogo dell’avvocato Olivieri: “In udienza mancano i fascicoli!”

L’accorpamento tra i Tribunali di Imperia, Sanremo e Ventimiglia ha creato scompiglio nell’universo giudiziario imperiese. La macchina amministrativa, in particolare, è ancora alle prese con un rodaggio che sembra andare più a rilento del previsto e alcuni avvocati iniziano a perdere la pazienza a causa delle lunghe mattinate trascorse tra i corridoi del Tribunale di Imperia. Emblematico, a riguardo, lo […]

di Redazione

image

L’accorpamento tra i Tribunali di Imperia, Sanremo e Ventimiglia ha creato scompiglio nell’universo giudiziario imperiese. La macchina amministrativa, in particolare, è ancora alle prese con un rodaggio che sembra andare più a rilento del previsto e alcuni avvocati iniziano a perdere la pazienza a causa delle lunghe mattinate trascorse tra i corridoi del Tribunale di Imperia. Emblematico, a riguardo, lo sfogo su Facebook di Oliviero Olivieri, avvocato e consigliere comunale del Pd che “ImperiaPost” riporta integralmente. Olivieri racconta una mattinata di ordinaria follia tra gli uffici del Tribunale.

“Sono indeciso tra l’essere arrabbiato, scandalizzato, paziente o comprensivo. Una ordinaria mattina di udienze nel Tribunale unificato. Ore 9.00 udienza di sfratto x morosità. Presenti tutti gli avvocati, le parti private ed il giudice … ma mancano i fascicoli! Una parte giunge alle 10.30 e l’altra alle 11.00 (erano alla firma del presidente). Cerchiamo di ottimizzare i tempi e di fare un processo penale che era del Tribunale di XXmiglia, fissato per oggi come prima udienza. Chiaramente non si trova il fascicolo, non è scritto nello statino di udienza e nessuno fornisce indicazioni al proposito. Ma io, a mie mani, ho il decreto di citazione a giudizio con indicazione della data di oggi! Si gira per cancellerie ed alla fine si scopre che … sono stati rinviati d’ufficio al 7 novembre 2014. Tra un anno. Poi dicono che sono gli avvocati che puntano a far prescrivere i processi, causa che pende causa che rende … ma andate a cagare! Ok, salgo in procura per fare un controllo delegatomi da una collega di Alba che nel 2012 aveva sporto una querela per un suo cliente e non ha avuto più notizie del procedimento. Vado allo sportello, gli mostro la delega inviatami dalla collega e chiedo di compilare un modulo ex art. 335 c.p.p. (serve per sapere se ci sono procedimenti pendenti). Mi rispondono che vogliono anche la nomina che il cliente ha fatto alla collega con autenticazione della firma e fotocopia della carta di identità. Ma se questa era una persona offesa che ha sporto la querela … la nomina dovete già averla voi! Risultato: una ordinaria mattina gettata al vento!“.