Home, Imperia — 16 novembre 2013 alle 12:02

NASCE IL COMITATO DI LOTTA PER L’AGNESI E PER UN DIVERSO MODELLO DI SVILUPPO – Appeso uno striscione su una gru

Imperia ha un nuovo comitato. Si tratta del “Comitato di lotta cittadini e lavoratori per l’Agnesi e un diverso modello di sviluppo”. I componenti del comitato neo costituito sta volantinando sta giovedì mattina per le strade di Imperia per informare la popolazione della grave crisi economica e occupazionale che sta vivendo il pastificio Agnesi e tutto l’indotto ad esso collegato. […]

di Selena Marvaldi

comitato agnesi (1)

Imperia ha un nuovo comitato. Si tratta del “Comitato di lotta cittadini e lavoratori per l’Agnesi e un diverso modello di sviluppo”. I componenti del comitato neo costituito sta volantinando sta giovedì mattina per le strade di Imperia per informare la popolazione della grave crisi economica e occupazionale che sta vivendo il pastificio Agnesi e tutto l’indotto ad esso collegato.

“Noi non ci rassegniamo – scrivono nel volantino – per niente ai de prufundis che già a livello mediatico si danno sulla “ineluttabile” fine dell’Agnesi e della sua attività e diciamo con forza che il modello di sviluppo del territorio imperiese può e deve cambiare”.

Tra i punti più salienti del volantino vi è la richiesta di aprire una vertenza territoriale sui seguenti presupposti:

  • rivendicare con forza la volontà di avere un’industria manifatturiera nel territorio imperiese.
  • Creare un contesto che consenta di fare sistema che sia cioè accogliente e funzionale, di base, per presenza di attività produttive di tipo manifatturiero e, nella fattispecie, per quella di trasformazione agro-alimentare.
  • Rivendicare con forza che la lavorazione del grano e la produzione di pasta sono attività qualificanti del nostro agro-alimentare.
  • Il nuovo piano urbanistico comunale deve recare previsioni e vincoli adeguati per le aree da destinare alle attività produttive e ai siti industriali
  • occorre realizzare concretamente un distretto agro-alimentare stabilito per legge esistente unicamente sulla carta da oltre dieci anni, progettando sinergie da attivare, a livello intersettoriale, per far incontrare seriamente, su scala industriale, le colture tipiche agricole, l’alimentazione di qualità e la dieta mediterranea, per ideare investimenti. 
  • QUI SOTTO L’INTERO CONTENUTO DEL VOLANTINO