Cronaca, Home — 28 novembre 2014 alle 13:54

IMPERIA. ALLARME BOMBA IN TRIBUNALE. LA PROCURA APRE UN’INCHIESTA. TELEFONATA PARTITA DA UNA CABINA TELEFONICA/ I DETTAGLI

Un falso allarme che la Procura della Repubblica di Imperia ha deciso di non sottovalutare, aprendo un’inchiesta contro
ignoti con l’ipotesi di reato di procurato allarme. Il fascicolo è stato affidato al procuratore aggiunto Maria Grazia Pradella

di Redazione

image

È partita da una cabina telefonica di Sanremo la telefonata al Commissariato della città dei fiori che ha annunciato la presenza di una una bomba all’interno del Tribunale di Imperia. Un allarme bomba che ha creato il caos a Palazzo di Giustizia, provocando uno stop alle udienze di circa due ore, con il conseguente intervento delle forze dell’ordine e degli artificieri.
Un falso allarme che la Procura della Repubblica di Imperia ha deciso di non sottovalutare, aprendo un’inchiesta contro ignoti con l’ipotesi di reato di procurato allarme.

In base alle prime testimonianze, a chiamare sarebbe stato un uomo, con accento meridionale. Il fascicolo è stato affidato al procuratore aggiunto Maria Grazia Pradella. Attualmente nessuna pista viene esclusa, dal gesto di un mitomane all’azione di un soggetto coinvolto in un’inchiesta o in un processo tenutosi presso il Tribunale di Imperia.

 
 
 
deskimperiapost