Attualità, Cultura e manifestazioni — 15 giugno 2013 alle 13:25

“San Giovanni… non fa inganni”

Prima uscita pubblica, ieri pomeriggio, per il neo sindaco di Imperia Carlo Capacci in occasione dell’inaugurazione della 33° edizione di “San Giovanni”- Ineja 2013, la festa organizzata dal Comitato omonimo in onore del santo Patrono di Oneglia. Al contrario degli anni scorsi è stato un taglio del nastro più sobrio e il “codazzo” dietro al sindaco è stato molto più […]

di Gabriele Piccardo

Inaugurazione San Giovanni 2013_576x768

Prima uscita pubblica, ieri pomeriggio, per il neo sindaco di Imperia Carlo Capacci in occasione dell’inaugurazione della 33° edizione di “San Giovanni”- Ineja 2013, la festa organizzata dal Comitato omonimo in onore del santo Patrono di Oneglia. Al contrario degli anni scorsi è stato un taglio del nastro più sobrio e il “codazzo” dietro al sindaco è stato molto più ridotto e discreto rispetto alla solita armata incravattata. Presenti anche lo “stacanovista” delle cerimonie Marco Scajola (“vestito alla Capacci” con la famiglia al seguito, ndr), l’ormai storico presidente del comitato Sergio Lanteri, Monsignor Mario Ruffino, l’assessore provinciale Giacomo Raineri, il dirigente scolastico provinciale Franca Rambaldi e le rappresentanze dei Carabinieri, Polizia e Capitaneria di Porto. Con un paio di Hogan, jeans, camicia bianca e la fascia tricolore indossata a dovere, Capacci ha fatto tour degli stand fermandosi a brindare, con un bicchiere di acqua naturale, assieme agli organizzatori. La rottura tra Capacci e il consigliere regionale Marco Scajola, che il neo sindaco aveva accusato di essere il mandante della “schifezza” contro di lui, “sembra” essersi ricomposta, forse.