Home, Politica — 19 novembre 2013 alle 18:54

PROGETTO PER UN NUOVO IMPIANTO PER I RIFIUTI A PONTICELLI – Oggi l’interrogazione in Regione del consigliere del PD Giancarlo Manti: “Agli uffici competenti non risulta alcuna pratica”

Approda in consiglio regionale grazie ad un interrogazione del consigliere del Partito Democratico Giancarlo Manti la questione del progetto preliminare,  presentato alla conferenza dei servizi provinciale da parte di Aimeri, per la realizzazione un sito di lavorazione dei rifiuti nella discarica di Ponticelli. A seguito della discussione, si è scoperto che per l’impianto di trattamento aerobico di rifiuti organici di località […]

di Gabriele Piccardo

Giancarlo Manti
Approda in consiglio regionale grazie ad un interrogazione del consigliere del Partito Democratico Giancarlo Manti la questione del progetto preliminare,  presentato alla conferenza dei servizi provinciale da parte di Aimeri, per la realizzazione un sito di lavorazione dei rifiuti nella discarica di Ponticelli.

A seguito della discussione, si è scoperto che per l’impianto di trattamento aerobico di rifiuti organici di località Ponticelli (IM) la Regione non ha ricevuto alcuna richiesta di Via, la valutazione di impatto ambientale obbligatoria per questo tipo di impianti.

Spiega il Consigliere Manti: “Come avevo evidenziato nell’interrogazione presentata a ottobre, l’azienda Aimeri del Gruppo Biancamano ha presentato un progetto preliminare per un impianto di produzione di compost attraverso il trattamento aerobico di rifiuti organici in località Ponticelli, nel Comune di Imperia, in un’area già utilizzata per molti anni come discarica provinciale di rifiuti indifferenziati, poi chiusa anche in seguito ai grossi problemi ambientali verificatisi, e oggetto di una recente bonifica”.
“La presentazione del progetto – prosegue Manti – ha creato un comprensibile allarme nella popolazione residente, non solo nella zona, ma in tutta la città di Imperia e anche in alcuni Comuni limitrofi come San Lorenzo al Mare. Per questo ho presentata l’interrogazione, alla quale questa mattina l’Assessore regionale all’ambiente Renata Briano ha risposto in modo molto chiaro e puntuale”.
Alla data odierna – ha riferito l’Assessore Briano rispondendo all’interrogazione – non risulta essere stata presentata alla Regione Liguria, ufficio Via, alcuna istanza relativa alla realizzazione dell’impianto esaminato nella Conferenza dei Servizi indetta dalla Provincia di Imperia in data 11 settembre 2013 e questo nonostante l’intervento in oggetto sembri potersi ricondurre alla categoria di impianti soggetti a valutazione di impatto ambientale”.
“E’ quantomeno singolare – prosegue Manti – che la Provincia di Imperia abbia compiuto un passo istituzionale come la Conferenza dei Servizi, seppur soltanto in sede referente, senza informare gli organi istituzionali regionali competenti. Ho chiesto all’assessore regionale Briano nei prossimi giorni di prendere le opportune misure per informare le istituzioni locali che il progetto è soltanto un’idea, che non è in alcun modo iniziato l’iter per la sua realizzazione e che un impianto di quel genere in quel luogo non è previsto da nessun piano provinciale né regionale per lo smaltimento dei rifiuti”.
“Da parte mia – ha concluso Manti – continuerò a monitorare la situazione, tenendomi in contatto sia con le istituzioni cittadine che con la popolazione residente, anche per verificare che venga rispettato il piano provinciale dei rifiuti, recentemente approvato dalla Provincia di Imperia, che non prevede in alcun modo un impianto di quel genere”.