Attualità, Home — 23 novembre 2013 alle 12:57

I FIGLI DI CALTAGIRONE NELLA BUFERA PER UN PRESTITO DA 250 MILA DOLLARI ALL’EX PREMIER DEI CARAIBI – Per la costruzione di un albergo di lusso ai Caraibi

La famiglia Bellavista Caltagirone torna a far parlare di sé. Secondo quanto scrive “L’Espresso”, due dei cinque figli, Ignazio e Gaetano, dell’ex patron di Acqua Antica Pia Marcia Francesco Bellavista Caltagirone avrebbero pagato una tangente da 250 mila dollari a Michael Misik, ex premier di Turks e Caicos (due atolli dei Caraibi) per ottenere l’autorizzazione a costruire un albergo di […]

di Redazione

image

La famiglia Bellavista Caltagirone torna a far parlare di sé. Secondo quanto scrive “L’Espresso”, due dei cinque figli, Ignazio e Gaetano, dell’ex patron di Acqua Antica Pia Marcia Francesco Bellavista Caltagirone avrebbero pagato una tangente da 250 mila dollari a Michael Misik, ex premier di Turks e Caicos (due atolli dei Caraibi) per ottenere l’autorizzazione a costruire un albergo di lusso nella cittadina di Providenciales, zona in cui il padre possiede da tempo una villa vista mare.

A portare alla luce la vicenda è stata la commissione istituita dall’ex Ministro degli Esteri inglese che indagò sui presunti abusi di Misick.
La commissione scoprì che il 29 luglio 2005 Misick ottenne un “presunto prestito dai fratelli Caltagirone di 250 mila dollari, denaro transitato sul conto bancario del fratello dell’allora primo ministro, Chal”.

Secondo gli inglesi la somma potrebbe essere “un possibile pagamento corruttivo” per favorire gli “interessi immobiliari dei fratelli Caltagirone”: il “prestito”, infatti, non sarebbe mai stato restituito, né Misick lo avrebbe mai dichiarato alle autorità.