Home, Politica — 26 novembre 2013 alle 15:13

REGIONE – TAGLI AL TRASPORTO PUBBLICO FERROVIARIO: Forza Italia, “Non accettiamo il ricatto di Burlando che vuole togliere risorse da altre tratte ferroviarie regionali”

Il Gruppo di Forza Italia si schiera dalla parte di pendolari ed utenti: “Burlando istiga la guerra tra poveri: qui siamo chiamati a tutelare il diritto di tutti ad usufruire di un servizio pubblico efficiente. Vorrà dire che si cercheranno risorse da altri capitoli di spesa tipo ad esempio quello dedicato alle società partecipate della Regione”. “Abbiamo votato il documento […]

di Selena Marvaldi

trenitalia

Il Gruppo di Forza Italia si schiera dalla parte di pendolari ed utenti: “Burlando istiga la guerra tra poveri: qui siamo chiamati a tutelare il diritto di tutti ad usufruire di un servizio pubblico efficiente. Vorrà dire che si cercheranno risorse da altri capitoli di spesa tipo ad esempio quello dedicato alle società partecipate della Regione”.

Abbiamo votato il documento prodotto questa mattina in Consiglio regionale che ha l’obiettivo di trovare una soluzione al problema del ridimensionamento del servizio di trasporto pubblico ferroviario sulla tratta del Ponente ligure ed in particolare i collegamenti Piemonte –Liguria. Siamo convinti che anche il Piemonte debba fare la sua parte ed è stato scorretto depotenziare quella tratta, ma allo stesso tempo siamo convinti che le Istituzioni abbiano il dovere di dare risposte ai cittadini ed utenti che sono i fruitori finali del servizio e che in questo modo si vedranno pesantemente penalizzati da una politica che non è stata in grado di dare risposte”. Così in sintesi hanno dichiarato i consiglieri regionali di Forza Italia che hanno affrontato questa mattina il dibattito in Consiglio regionale sui tagli al trasporto pubblico ferroviario nel Ponente ligure.

Non accettiamo il ricatto di Burlando che giocando sul fatto che la coperta è troppo corta ha annunciato che se entro dicembre dal Piemonte non arriveranno notizie su quella tratta, la Giunta regionale sarà costretta, se si vogliono mantenere i treni che collegano Liguria e Piemonte, a togliere risorse da altre tratte ferroviarie regionali. Il modus operandi di solleticare la guerra tra poveri non ci piace, qui siamo chiamati a tutelare il diritto di tutti ad usufruire di un servizio pubblico efficiente. Vorrà dire che si cercheranno risorse da altri capitoli di spesa tipo ad esempio quello dedicato alle società partecipate della Regione, la cui razionalizzazione è stata annunciata ma non è mai stata realizzata da Burlando. Siamo convinti che lì ci possano essere risorse utili che possano evitare il tagli al trasporto ferroviario ligure”, concludono i consiglieri regionali di Forza Italia.

 

 
 
 
bric