ALLA FRATELLI CARLI LA PRESTIGIOSA CERTIFICAZIONE AMERICANA “B-CORPORATION”:RISPETTO DELL’AMBIENTE, DEI LAVORATORI E DELLA COMUNITÀ

Attualità Home

“L’impegno verso le tematiche di sostenibilità, – sottolinea l’azienda – perseguito anno dopo anno, ha portato di recente l’azienda ad essere la prima realtà produttiva italiana a diventare Certified B-Corporation.”

carli

IMPERIA. Non soltanto qualità, ma attenzione anche a politiche rivolte alla tutela e al rispetto dell’ambiente, ai lavoratori, alla comunità di riferimento e, più in generale, a tutti i portatori d’interesse dell’organizzazione. Questa la filosofia della fratelli Carli di Imperia che ieri, 19 marzo, ha riunito tutti i suoi più importanti fornitori per condividere un importante programma «verso un futuro sostenibile».

Per questa iniziativa, che prende il nome di “Progresso responsabile“, la Fratelli Carli ha creato un marchio ad hoc che viene apposto su tutti i pack di prodotti che vengono sottoposti ad attente valutazioni di sostenibilità.

L’aspetto innovativo rispetto al passato è costituito dallo scopo con cui una B Corp svolge attività di business: si tratta di ottimizzare i risultati economici, piuttosto che perseguire la loro massimizzazione ad ogni costo.

Una Benefit Corporation sceglie volontariamente di rispettare i più alti standard di “scopo“,  “responsabilità” e “trasparenza“, anche per distinguersi in un mercato piatto e confuso.  Si tratta di nuove tipologie di aziende che si affiancano ai più tradizionali modelli organizzativi For Profit e Non Profit.

“L’impegno verso le tematiche di sostenibilità, – sottolinea l’azienda – perseguito anno dopo anno, ha portato di recente l’azienda ad essere una delle  prime realtà produttiva italiana a diventare Certified B Corporation. La certificazione prevede un severo protocollo di valutazione che analizza, in maniera approfondita, le performance economiche, sociali ed ambientali dell’azienda. Fratelli Carli ha brillantemente superato questa valutazione con il punteggio di 90, su una soglia minima di 80″.

Spiega Federico Calzamiglia, Direttore Operations Fratelli Carli: “Ci impegniamo a ridurre costantemente  la nostra impronta  energetica  nelle fasi di produzione e logistica, con particolare attenzione alla consegna ” porta a porta” al cliente finale, attività caratterizzante del nostro sistema di distribuzione. Sul fronte della produzione abbiamo creato un modello di risparmio e riduzione dell’impronta di carbonio basato sulla sinergia tra tre azioni fondamentali: utilizzo di energia elettrica totalmente derivata da fonti rinnovabili, autoproduzione attraverso impianti fotovoltaici, iniziative per la riduzione dei consumi. Sviluppiamo progetti per ridurre l’uso di risorse naturali non rinnovabili e promuovere le pratiche di riciclo e riutilizzo dei rifiuti.

Una B Corp è un’azienda che volontariamente rispetta i più alti standard sociali ed ambientali in termini di performance, responsabilità e trasparenza. Nel mondo queste aziende si distinguono sul mercato da tutte le altre perché vanno oltre l’obiettivo del profitto e innovano per massimizzare il loro impatto positivo verso i dipendenti, le comunità in cui operano e l’ambiente”.

Per sottolineare l’attenzione dell’azienda al tema, ecco alcune peculiarità, evidenziate dalla stessa Fratelli Carli, verso il progresso responsabile:

– Ogni reparto aziendale adotta una differenziazione del 100% dei rifiuti con conferimento ai consorzi di filiera attraverso società specializzate nel riciclo di vetro, plastica, cartone, carta e metalli.

– Il packaging dei prodotti aziendali è prodotto con alta percentuale di materiale riciclato.

– Lo stabilimento per il proprio fabbisogno utilizza il 100% di energia rinnovabile certificata.

– E’ stato allestito un imponente impianto fotovoltaico sulla copertura dello stabilimento aziendale pari a 8.500 mq che permette di ricavare dal sole il 20% del fabbisogno di energia elettrica, con una produzione annua di circa 1.100.1 kw/ora (pari al fabbisogno annuo di circa 550 famiglie italiane) e il conseguente risparmio di 580mila kg di CO2.

– I magazzini hanno adottato impianti di illuminazione “intelligenti” ossia dotati di sistemi di luci a basso consumo, ad intensità variabile a seconda della luce naturale e alla conseguente esigenza in tempo reale.

– L’azienda (sia per gli impianti esterni sia per quelli interni, compreso il Museo dell’Olivo) impiega lampade LED a consumi ridottissimi che permettono un risparmio fino all’80% annuo.

– L’impianto di condizionamento utilizza pompe di ultima generazione che assicurano un alto risparmio energetico.

– Periodicamente vengono organizzati incontri tra i dipendenti sulla sostenibilità e, attraverso piccole cassettine postali poste presso gli ingressi, vengono raccolti tutti i suggerimenti utili alla sensibilizzazione al tema, ai quali viene dato puntuale riscontro.

– A fine 2013 è stato dato il via alla “Prima Settimana Green Fratelli Carli” che ha coinvolto dipendenti e consegnatari. L’obiettico è stato quello di invogliare comportamenti domestici consapevoli e virtuosi in temi di risparmio di energia e acqua, riduzione emissioni di CO2 e riutilizzo dei materiali.

– Fratelli Carli è partner di RICICLOLIO, progetto didattico ambientale, nato per incentivare il recupero dell’olio vegetale esausto di origine domestica, in collaborazione con Comune di Savona, Sige, il dipartimento di Chimica e Chimica industriale dell’Università degli Studi di Genova, Dp Lubrificanti, Ata, Amiu e Also.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

 

 

Segui Imperiapost anche su: