INCENTIVARE IL TURISMO PARTENDO DAI MEZZI DI TRASPORTO. ARRIVA IL “LIGURIA MOBILITY CLUB” PER LE IMPRESE LOCALI/ ECCO DI COSA SI TRATTA

Attualità Home

Liguria-Mobility-Club-2015

Si chiama “Liguria Mobility Club” e si tratta di un vero e proprio club finalizzato a migliorare l’accoglienza turistica da parte di taxisti, noleggiatori di auto, bus turistici e battellieri. L’iniziativa, promossa dalla Regione, dai comitati di promozione turistica e dalle associazioni dell’artigianato, vuole migliorare e valorizzare il sistema dei trasporti nella nostra regione.

L’iniziativa è stata presentata da Francesco Vernazzano, presidente Confartigianato Taxi , Valerio Giacopinelli, Cna – Fita Taxi, e Enisio Franzosi, direttore dell’Agenzia di promozione Turistica In Liguria. È una sorta di risposta a Uber visto che, in particolare i tassisti e gli altri operatori si devono impegnare a rispettare le tariffe ordinarie stabilite, nonché le tariffe scontate per pacchetti turistici e gruppi. Questo non solo per i Taxi, ma per tutti le tipologie di mezzi aderenti.

Chi vuole aderire può farlo liberamente e gratuitamente a patto che si tratti di imprese liguri che operano nei trasporti. I titolari delle imprese dovranno partecipare a corsi di formazione e aggiornamento su turismo e cultura in Liguria e impegnarsi nella conoscenza di almeno una lingua straniera, andando così a garantire un’offerta di alta qualità ai fruitori del servizio e contribuiranno a rendere più attrattiva la regione dal punto di vista dell’accoglienza turistica. A oggi sono circa 200 le imprese che hanno deciso di aderire al club.Le aziende in rete saranno identificate dal logo che rappresenterà la qualità del club, e per poter aderire è richiesta la sottoscrizione di una carta di servizi.