REGIONALI 2015. L’ANNUNCIO DI LIGURIA CAMBIA. CAPACCI: “DA OGGI COMINCIAMO A COLLABORARE SENZA INDUGI CON LELLA PAITA”

Elezioni Regionali 2015 Home

11131734_550205415118811_2118132670_n

Tra Carlo Capacci, Liguria Cambia e Raffaella Paita, dopo la rottura delle scorse settimane per via di un mancato accordo sulla candidatura, nel listino, di Ezio Capurro, sembra tornato il sereno. Ad annunciare la volontà di ricucire l’alleanza in vista delle regionali del prossimo 31 maggio lo stesso Capacci, con una nota stampa a nome di Liguria Cambia.

“Il progetto Liguria Cambia parte da lontano – si legge nella nota – dall’esperienza elettorale del 2013, che ha portato alla vittoria del Sindaco Carlo Capacci ad Imperia, e che ha proposto un’alleanza innovativa tra il Partito Democratico e una lista civica “Imperia Cambia” che ha miscelato persone della società civile, con persone con esperienze amministrative, ma che comunque volevano credere esclusivamente in un progetto di buon governo cittadino.

Gli obiettivi di Imperia Cambia hanno trovato condivisione da parte dei consiglieri regionali Capurro e Chiesa e con questa stesse premesse si è cominciato a lavorare al progetto regionale, costituendo in primis il gruppo consigliare in regione e cominciando poi a costruire una lista che avesse queste caratteristiche: unire persone con esperienze amministrative assieme a persone affermate nella società civile.

Da oggi cominciamo senza indugi a collaborare con Lella Paita alla definitiva redazione del programma nel quale punteremo a inserire alcune nostre precise proposte che non possono prescindere dalla sburocratizzazione e dalla semplificazione amministrativa,onde agevolare la vita dei cittadini e delle imprese che debbono riservare il proprio tempo alla famiglia e al lavoro e non a continue fatiche per compiere anche insignificanti procedure.

Puntiamo al massimo risultato per essere protagonisti della prossima stagione di governo per la Liguria.

Da oggi raccogliamo adesioni in tutta la regione puntando su competenze, qualità, protagonismo della società e del territorio liguri”.