MORATORIA DURC. FIVA CONFCOMMERCIO LIGURIA RICHIEDE UN INCONTRO CON IL PRESIDENTE GIOVANNI TOTI PER LA SOSPENSIONE/I DETTAGLI

Attualità Home

Il Coordinatore Regionale della Federazione Italiana Venditori Ambulanti (FIVA), Fabrizio Sorgi, ha scritto una lettera in cui spiega la sua posizione in merito e anticipa alcuni altri argomenti che verranno trattati durante l’incontro.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

collage fiva mercato

FIVA Confcommercio Liguria richiede un incontro urgente al Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti per chiedere la sospensione della moratoria di due anni sulla presentazione dei DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva). Il Coordinatore Regionale della Federazione Italiana Venditori Ambulanti (FIVA), Fabrizio Sorgi, ha scritto una lettera indirizzata, oltre che al neoeletto Presidente, anche a Serenella Milia, Dirigente Settore Politiche di Sviluppo del Commercio, in cui spiega la sua posizione in merito e anticipa alcuni altri argomenti che verranno trattati durante l’incontro richiesto: Direttiva Bolkenstein, abusivismo e contraffazione, manifestazioni straordinarie e hobbisti.

Qui di seguito il testo integrale della lettera.      

Ill.mo Presidente TOTI,

la FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) Confcommercio è l’Associazione di Categoria rappresentativa a livello nazionale del comparto delle aziende ambulanti; nella sua ramificazione regionale, e a cascata provinciale, FIVA Confcommercio Liguria rappresenta gli operatori, mercatali e fieristici, che operano sul territorio della nostra Regione.

Ci preme innanzitutto sottolineare quanto sopra per discostarci nettamente da quelle realtà – comitati, associazioni, gruppi ecc… – che negli ultimi tempi sono venute alla ribalta (anche e soprattutto su media e stampa) per alcune problematiche che riguardano il settore, in primis la fine della sospensione di due anni dalla presentazione del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva).

A nostro avviso, infatti, i soggetti deputati al dialogo con le Istituzioni sono innanzitutto le Associazioni di Categoria maggiormente rappresentative a livello territoriale, regionale e nazionale.

La posizione di FIVA Confcommercio Liguria, che rappresenta quindi le sue 4 sedi provinciali, sull’argomento DURC è unitaria: dopo i due anni di sospensione, che negli intenti sarebbero dovuti servire per dare un po’ di respiro a quelle aziende che si trovavano in difficoltà ma che alla realtà dei fatti hanno aggravato ulteriormente la situazione, siamo assolutamente contrari ad eventuali ipotesi di moratorie o nuove sospensioni.

Le aziende dai noi rappresentate, che con molte difficoltà si sono mantenute in regola con tutti i pagamenti, hanno “digerito” la sospensione del DURC ma dopo i due anni non vorrebbero ritrovarsi nella situazione paradossale di essere in regola e lavorare fianco a fianco con chi in regola non è e che non ha utilizzato il tempo a disposizione per cercare a meno di farlo.

Per questi motivi siamo gentilmente a richiederLe un incontro urgente in cui meglio specificare la situazione e le problematiche ad essa connesse; ne approfittiamo, inoltre, per anticiparLe quelli che sono gli argomenti che vorremmo innanzitutto affrontare, non appena sarà possibile, con l’Assessore e l’Assessorato Sviluppo Economico della Regione: Direttiva Bolkenstein, abusivismo e contraffazione, manifestazioni straordinarie e hobbisti (art. 32 T.U.).

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!