L’AVVOCATO RISPONDE… DIRITTO DI RECESSO DEGLI ACQUISTI ONLINE. QUANDO E COME POSSO RICHIEDERE IL RIMBORSO? / IL PARERE

Consulenze legali Home Rubriche

Grazie alla collaborazione dell’avvocato R. Tahiri, i lettori potranno formulare alcune domande di carattere generale sui problemi/questioni che si trovano a dover affrontare.

tahiri iphone

IMPERIA – Questa settimana la rubrica di consulenze legali di ImperiaPost si occuperà di diritto contrattuale. Grazie alla collaborazione dell’avvocato R. Tahiri, i lettori potranno formulare alcune domande di carattere generale sui problemi/questioni che si trovano a dover affrontare.

La Domanda:

“Ho acquistato via internet uno smartphone da un negozio online, appena è arrivato mi sono accorto che la batteria non funzionava per più di due ore, ho provato a tenerlo qualche giorno nella speranza che migliorasse la prestazione. Successivamente ho scritto una mail al negozio per ottenere la sostituzione o il rimborso e mi hanno risposto che sono passati i 10 giorni disponibili per il recesso. Cosa posso fare adesso?”

Il Parere:

“Il diritto di recesso del consumatore dai contratti stipulati a distanza, ovvero quelli sottoscritti senza la presenza fisica delle parti (su Internet, per telefono o via fax) è disciplinato dall’art. 52 del Codice del Consumo il D.lgs.206/2005, riformato recentemente per effetto del D.lgs. 21/2014.

Per questi tipi di contratti a partire dal 13/6/2014 il consumatore ha a disposizione 14 giorni solari (mentre prima erano 10 giorni lavorativi) di tempo per recedere dall’acquisto, esercitabile senza dover fornire alcuna motivazione e senza dover sostenere costi aggiuntivi. Il termine sopraindicato decorre dal giorno in cui il consumatore viene in possesso del bene.

Se il venditore non ottempera agli obblighi di informazione relativamente al diritto di recesso, il termine per esercitarlo scade un anno dopo la fine del periodo di recesso iniziale. 

Il consumatore, per esercitare il recesso, deve informare il venditore della sua decisione. L’onere della prova del corretto esercizio del diritto grava sul consumatore ed è opportuno che il diritto venga esercitato con raccomandata a/r o pec. La lettera può essere redatta liberamente o utilizzando il modulo precompilato dal venditore che questi è obbligato ad allegare al contratto o comunque a rendere disponibile.

Nel caso in questione si consiglia di provvedere alla restituzione dello smartphone esplicitando la volontà di recedere entro il 14° giorno, se risulta ancora nei termini, oppure verificare se non vi erano le dovute e corrette informazioni relative al diritto di recesso nel contratto stipulato, allora la scadenza per la restituzione si estende a 1 anno e 14 giorni dalla data della consegna del bene”.

———————————————————————————————————————————————————————————————————————-

Mandate le vostre domande, ogni settimana saranno pubblicati i pareri dell’avvocato Tahiri.

Le domande dovranno essere inviate alla mail di redazione: redazione@imperiapost.it  con Oggetto:“Consulenza legale”.

Segui Imperiapost anche su: