IMPERIA. A RISCHIO LA CONVENZIONE DELLA PISCINA. CAPACCI:”RARI NANTES NON HA ANCORA FIRMATO IL CONTRATTO, NIENTE CONTRIBUTI” / IL CASO

Attualità Home

capacci ramone piscina

Imperia – “Ad oggi il contratto di rinnovo basato sul piano degli interventi di manutenzione e dei servizi pubblici che la Rari Nantes Imperia deve erogare in quanto gestisce un impianto pubblico non è ancora stato firmato”. Sono queste le parole del sindaco Carlo Capacci contattato da ImperiaPost relativamente all’ultimo, in ordine cronologico, ciclone che ha investito la società guidata dal Presidente Luca Ramone. 

“Esiste una commissione di vigilanza sulla piscina composta da membri di maggioranza e di opposizione, sarà compito di questa commissione valutare quanto concordato con l’amministrazione relativamente ai lavori di manutenzione sia stato effettuato. Non credo che la commissione abbia il potere di controllare i conti della società, questo spetterà ad altri organi. L’amministrazione comunale, comunque, fino a quando non sarà firmato un contratto non erogherà alcun contributo, sia chiaro”.  

Non è chiaro dunque se la Rari Nantes Imperia abbia titolo per continuare a gestire l’impianto o meno e probabilmente, visto il cospicuo contributo economico, 350 mila euro da quest’anno, sarebbe opportuno capire come vengono impiegati i fondi dei cittadini imperiesi inserendo, nel contratto che dev’essere ancora firmato, una clausola sulla trasparenza dei bilanci dell’associazione sportiva.

Le pesanti accuse sulla gestione Ramone denunciate da uno dei soci alla Procura Repubblica di Imperia e la mancata firma della convenzione con il Comune potrebbero seriamente minare la presenza della società all’interno della gestione dell’impianto sportivo.