COMUNE DI IMPERIA. OLTRE 400 MILA EURO DI POSIZIONI ORGANIZZATIVE – Tutti i nomi e gli importi

Home Imperia

In Comune a Imperia, da qualche settimana a questa parte, non si parla d’altro: il taglio delle posizioni organizzative programmato dalla Giunta Capacci. Le posizioni organizzative passeranno da 49 a 32, con un risparmio previsto pari a 150 mila euro. “Imperiapost” ha voluto approfondire l’argomento. A quanto ammonta l’importo totale delle posizioni organizzative? A chi […]

La riunione svoltasi in Comune a Imperia per il taglio delle posizioni organizzative
La riunione svoltasi in Comune a Imperia per il taglio delle posizioni organizzative

In Comune a Imperia, da qualche settimana a questa parte, non si parla d’altro: il taglio delle posizioni organizzative programmato dalla Giunta Capacci. Le posizioni organizzative passeranno da 49 a 32, con un risparmio previsto pari a 150 mila euro.
“Imperiapost” ha voluto approfondire l’argomento. A quanto ammonta l’importo totale delle posizioni organizzative? A chi sono state assegnate? Quale settore costa di più in termini di posizioni organizzative? Quale di meno? Quando sono state assegnate? Chi le assegna?
L’importo totale delle posizioni organizzative è di circa 438 mila euro. La posizione organizzativa più corposa è di 11 mila euro. Il settore che costa di più è quello amministrativo, con posizioni organizzative per un totale di circa 55 mila euro. Quello che costa di meno è il settore ecologia, con posizioni organizzative per un totale di 11 mila euro circa. Le posizioni organizzativa, in larga parte, sono state assegnate nell’anno 2000. Ad assegnarle sono i dirigenti dei settori. I criteri per l’assegnazione vengono stabili dalla Giunta Comunale.

Prevista una posizione organizzativa solo per chi si occupa della Tares (5.200 euro), e una per chi si occupa di ascensori (5.200 euro). Salta all’occhio anche un altro dato. È più elevata la posizione organizzativa di chi si occupa della biblioteca civica e del teatro Cavour rispetto a chi si occupa di sicurezza urbana e Polizia Stradale.

Per posizione organizzativa, lo ricordiamo, si intende il conferimento a personale dipendente delle pubbliche amministrazioni di particolari incarichi di responsabilità per il cui assolvimento sono richieste particolari competenze culturali e professionali.

L’ELENCO COMPLETO DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE. NOMI, IMPORTI E RELATIVI INCARICHI SETTORE PER SETTORE (importi lordi annuali).

SETTORE AMMINISTRATIVO
– Stato civile. Milena Baitone 7.230 euro.
– Archivio protocollo. Maria Rosa Corradi 6.200 euro.
– Affari generali, organizzazione personale. Anna Maria Gobello 7.230 euro.
– Elettorale, leva e pensioni, albo giudici popolari. Ferdinando Mascheroni 5.200 euro.
– Anagrafe e Polizia Mortuaria. Nello Paganini 5.200 euro.
– Segreteria g.m. e c.c., albo online, progetti comunitari. Rosanna Stelluti 5.200 euro.
– Trattamento giuridico ed economico del personale. Angelo Seccatore 7.230 euro.
– Gabinello del Sindaco. Miriam Scozzari 6.200 euro.
– Segreteria Presidente del Consiglio. 5.200 euro.
SETTORE CONTRATTI E AFFARI LEGALI
– Ufficio relazioni con il pubblico. Giovanna Broccoletti 5.200 euro.
– Legale e avvocatura. Silvia Gambetta 7.230 euro.
– Gare e contratti. Daniela Grassano 11 mila euro.
SETTORE SERVIZI FINANZIARI
– Area tributi e informatica. Fabrizio Acquarone 11 mila euro.
– Contabilità e IVA. Mariangela Bessone 7.230 euro.
– Economato e provveditorato. Massimo Cirio 5.200 euro.
– Tarsu. Eleonora Donatiello 5.200 euro.
– Imposte comunali, attività commerciali e immobili. Elena Fusco 5.200 euro.
– Patrimonio. Maria C. Gandolfo 7.230 euro.
– Contabilità, entrate e spese. Nadia Gazzano 6.200 euro.
SETTORE SERVIZI SOCIALI E ATTIVITÀ EDUCATIVE
– Interventi sostitutivi e integrativi alla persona e al nucleo familiare. Cristina Barla 6.200 euro.
– Asili nido comunali. Franca Cappelli 5.200 euro.
– Segreteria tecnica della zona imperiese. 5.200 euro
– Attività amministrative e contabili del settore servizi sociali e attività educative. 5.200 euro.
– Attività scolastiche. Carla Guglieri 6.200 euro.
– Interventi di sostegno alla persona e al nucleo familiare. Vilma Lacqua 7.230 euro.
– Ats 11. Maria Petricaccio 5.200 euro
– Ats 11 bis. Lorenza Marcon 5.200 euro.
SETTORE URBANISTICA
– Commercio 5.200 euro
– Strumenti urbanistici attuativi, sportello attività produttive. Giorgio Ansaldi 5.200 euro.
– Beni ambientali e paesaggio. Paolo Ronco 5.200 euro.
– Edilizia residenziale privata. Fausto Mela 11 mila euro.
– Attività amministrativa del settore urbanistica. Floriana Raimondo 7.230 euro
– Convenzioni urbanistiche, agibilità e edilizia sovvenzionata abitativa. Luigi Barla 5.200 euro.
– Attuazione normativa contenzioso e procedimenti legali del settore urbanistica. Lorenzo Sajetto 7.230 euro.
SETTORE LAVORI PUBBLICI
– Attività tecniche settore lavori pubblici. 5.200 euro.
– Stabili, impianti tecnologici, suolo pubblico. Aldo Ciocco 6.200 euro.
– Affari generali del settore lavori pubblici. Mariella Glorio 5.200 euro.
– Impianti sportivi, percorsi pedonali meccanizzati, assistenza pubblici spettacoli. Gerardo Iozzo 5.200 euro.
– Realizzazione, ristrutturazione e manutenzione strade e impianti sportivi. Flavio Mela 7.230 euro.
– Procedura di appalto lavori pubblici. Susanna Raimondo 7.230 euro.
SETTORE ECOLOGIA
– Progettazione e direzione lavori, sicurezza impianti, gestione procedimenti amministrativi inerenti le problematiche fognarie. Paolo Degl’Innocenti 5.200 euro.
– Attività sportive. Giampaolo Filippi 6.200 euro
SETTORE CULTURA
– Teatro Cavour e affari generali settore cultura. Sabrina Aicardi 7.230 euro.
– Biblioteca Civica. Silvia Bonjean 6.200 euro.
– Manifestazioni. Margherita Mazzeo 5.200 euro.
SETTORE POLIZIA MUNICIPALE
– Comando. Angelo Arrigo 9.300 euro
– Sicurezza Urbana. Marco Paris 5.200 euro
– Polizia Stradale. Sandro Calzia 5.200 euro
– Attività codice della strada. Agostino Magaglio 5.200 euro.

Segui Imperiapost anche su: