IMPERIA. GLI AMMINISTRATORI DELLA LEGA NORD DISOBBEDISCONO A SALVINI. SOLO CHIAPPORI ESCE DALL’ANCI, GLI ALTRI… /IL CASO

Home Politica

12443481_10206857910820249_1537067675_o

” Via dall’A.N.C.I., il sodalizio inutile”. Sono queste le ultime linee guida targate Matteo Salvini, leader della lega Nord, indirizzate ai suoi adepti sindaci. Secondo il partito del Carroccio , l’associazione nazionale di comuni italiani presieduta da Pier Luigi Vinai, rappresenta infatti “una fabbrica di bufale” e l’invito, ai primi cittadini leghisti, di togliersi dall’associazione è chiaro e senza giri di parole.

In provincia di Imperia i big dalle camicie verdi sono Alessandro Piana, ex vice sindaco di Pontedassio, ora consigliere comunale nonché consigliere regionale del Partito, Eliano Brizio, ormai storico sindaco di Prelà, il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori e Adriano Ragni ex sindaco di San Bartolomeo al Mare, oggi consigliere con delega ai rapporti tra i comuni del golfo dianese. Tutti hanno preso le distanze a parole dai vertici dell’Anci ma solo Chiappori ha firmato a tutti gli effetti il dietro -front seguendo l’indicazione di Salvini.

“Personalmente – precisa Piana – non ho la possibilità di ” dirottare” il comune di Pontedassio da nessuna parte poiché sono un consigliere. Ciò non toglie che appoggio il pensiero di Salvini sulla totale inutilità dell’associazione soprattutto in materia di piccoli comuni. Il mio pensiero è chiaro e inequivocabile ma, ripeto, non posso decidere per il comune Posso  solo ribadire la mia posizione “.

Moderato anche il commento di Brizio che rimarca  il concetto di Piana. ” L’A.N.C.I . non serve, è inutile , non porta a nulla. Da tempo ho preso le distanze e non rispondo ad alcuna comunicazione. Per motivi etici e morali, non posso e non voglio cancellare dalla lista  il comune di Prelà poiché non ne ho il diritto. La mia è una lista civica e come noto, vi fanno parte persone di diverse appartenenze politiche. Io sono iscritto al partito della Lega Nord e appoggio Salvini ma oltre non posso andare”.

A somme fatte quindi in provincia di Imperia vi è stata si una presa di posizione ma solo a parole, non come avrebbe voluto il leader Nazionale. Non resta quindi che attendere l’avvento di qualche novella o…bacchettata!!

A cura di Alessandra Boero.