SANREMO. “FURBETTI DEL CARTELLINO”. DOPO IL VIGILE IN MUTANDE LICENZIATO ANCHE IL “CANOISTA” E ALTRI 16 DIPENDENTI / ECCO CHI SONO

Cronaca Home

11666975_625221254283893_904005_n

Sanremo – Dopo il vigile Alberto Muraglia che timbrava in mutande licenziato anche il canoista. Continua spedita l’azione della commissione disciplinare del Comune di Sanremo presieduta dal segretario generale Concetta Orlando a seguito della maxi operazione “Stachanov” messa in atto dalla Guardia di Finanza di Sanremo e coordinata dal PM Paola Marrali. Dopo gli otto licenziamenti decretati nei giorni scorsi, nella giornata di ieri ne sono stati disposti altri dieci che hanno colpito in particolare il settore demografico.

Sono 6 i dipendenti di quel settore che sono stati raggiunti dal provvedimento di licenziamento con l’accusa di aver, a vario titolo, infranto il regolamento comunale e la Legge.  Si tratta di: Enzo Moretto, 49 anni, Sergio Morabito, 50 anni, Francesco Astolfi, 51 anni, Roberto Tedeschi, 63 anni, Bruno Spadi, 54anni e di Daniela Spizzo, 50 anni. Tra i licenziati figura anche Alessandro Vellani, 57 anni, il perito agrario in forza al settore Lavori Pubblici che è stato “pizzicato” dalla Guardia di Finanza in canoa durante l’orario di ufficio. Infine figurano nell’elenco anche Maurizio Di Fazio, 51 anni, operaio qualificato, Mirco Norberti, 52 anni, coordinatore dei messi notificatori e Roberta DeAmicis, 52 anni, funzionario del settore finanze.