DIANO MARINA. ELEZIONI AMMINISTRATIVE. RIFONDAZIONE COMUNISTA:”POCO È STATO FATTO DI QUANTO PROMESSO DAL SINDACO”

Golfo Dianese Home

“Ci avviciniamo a grandi passi al momento in cui nel Dianese si andrà alle urne in 4 dei 7 comuni del comprensorio”. Così il Partito della Rifondazione Comunista, Italia dei Valori e Sinistra, Ecologia e Libertà, con una nota stampa.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

prc_diano_chiappori_collage

“Ci avviciniamo a grandi passi al momento in cui nel Dianese si andrà alle urne in 4 dei 7 comuni del comprensorio”. Così il Partito della Rifondazione Comunista (Circolo Dianese), Italia dei Valori e Sinistra, Ecologia e Libertà, con una nota stampa.

“Il più importante di questi comuni è sicuramente Diano Marina che, con oltre 6.000 residenti, è di gran lunga il comune più popoloso e, di conseguenza, le aspettative maggiori per media e attori, politici e non, vengono da questa cittadina.

Come è consuetudine in prossimità dell’evento elettorale fioriscono i lavori che le amministrazioni usano per far vedere che si sono date da fare per i propri amministrati: un eccellente esempio di pianificazione temporale!

Verrebbe da augurarsi di avere elezioni comunali ogni anno, perché la manutenzione straordinaria alla quale da qualche tempo stiamo assistendo nel centro di Diano Marina suona tanto da lavori da campagna elettorale.

Per rinfrescarci la memoria siamo andati a verificare quanto stava scritto nel programma elettorale della lista Chiappori (viva Diano):

– “Arredo urbano”
– “Particolare attenzione alla riqualificazione urbana delle zone periferiche”
– “Completamento delle opere del centro cittadino”

Viene da chiederci se la prima riga sia stata dimenticata volutamente, oppure se si è talmente scolorita nel corso di questi cinque anni da non potersi più leggere.

Alla vigilia delle elezioni l’unico pezzo di territorio che viene “riqualificato” è un pezzettino di centro, alla faccia di tutte le altre parti della città, vedi ad esempio “verde pubblico, manutenzione marciapiedi, illuminazione pubblica, ecc… ecc…”
Grazie, signor Sindaco, per tutto quanto ha promesso!

Se fosse stato realizzato almeno il 10 % di quanto era scritto oggi forse Diano Marina potrebbe essere molto ma molto più accogliente, sia per tutti i suoi cittadini che per i tanti turisti, che anche l’estate scorsa non sono mancati, ma crediamo che questo sia dovuto non tanto al “fascino” di Diano Marina quanto alla paura di recarsi su spiagge tunisine o egiziane. E non ci pare giusto che si debba approfittare delle disgrazie altrui per sopravvivere”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!